ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 17 novembre 2017
ultima lettura lunedì 18 febbraio 2019

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

Io sono così

di Pippy. Letto 1295 volte. Dallo scaffale Eros

poi mi abbasso come per fare pipì. Non voglio toccarmi, non lì così...decido di attorcigliare gli slip, come a formare un grosso cordone...sono costretta a toccarmi, appena il tempo necessario per allargare delicatamente le labbra incantescenti del mio se..

Mi sono eccitata guardandomi allo specchio. La mia immagine riflessa è sorprendente: biancheria intima in pizzo nero e calze autoreggenti, tutto racchiuso da una castigata camicetta a fiori beige e un' altrettanta gonnellina nera al ginocchio. Abbigliamento in contrapposizione con due sottili treccine che ricadono sulle spalle. Mi trovo terribilmente sexy e indecente al punto giusto. Non resisto al non toccarmi, devo, sfioro il pizzo degli slip, l' elastico, la tentazione di infilarci la mano è tanta ma alla fine riesco a trattenermi. Salgo in macchina di fretta, giusto il tempo di sentire l' aria fresca farsi spazio sotto la gonna. Lì sotto sono già un fuoco e quella frescura mi dà sollievo. Dieci minuti e saresti stato di fronte a me. Immagino già le tue mani sotto la gonna, il tuo frugare tra le mie cosce. Mi spingerai contro il muro e mi farai voltare. Mi stringerai forte le natiche quasi a sollevarmi e mi ripeterai quanto ti piace il mio culo.

Il clacson di un auto che sopraggiunge dalla corsia opposta mi riporta alla realtà. Mi sento tremendamente calda ed eccitata: abbasso il finestrino e respiro un po' d'aria fresca.

Cerco di strofinarmi sul sedile dell' auto per dare sfogo alle mie voglie, ma non è sufficiente. Decido di accostare un attimo.

La strada è trafficata e rischio di essere vista. Cerco di fare in fretta. Apro le portiere della fiancata destra e mi posiziono in mezzo, poi mi abbasso come per fare pipì. Non voglio toccarmi, non lì così...decido di attorcigliare gli slip, come a formare un grosso cordone...sono costretta a toccarmi, appena il tempo necessario per allargare delicatamente le labbra incantescenti del mio sesso e posizionare in mezzo il cordone. Trattengo per un attimo il respiro, lotto contro la mia volontà per non venire. Mi rialzo e sollevo gli slip in modo esagerato in modo che il cordone penetri bene nelle mie carni. Risalgo in auto e parto. Dopo 2 minuti la gonna è fradicia, così come il sedile dell' auto. Il respiro si fa corto.

Accellero. Devo raggiungerti al più presto.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: