ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.193 ewriters e abbiamo pubblicato 72.696 lavori, che sono stati letti 46.043.843 volte e commentati 54.796 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 14 novembre 2017
ultima lettura domenica 19 novembre 2017

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Terremoto

di Savj2017. Letto 80 volte. Dallo scaffale Pensieri

Avezzano 18/01/2017 Neve e terremoto       Sento ancora l'eco delle scosse e per la prima volta ho avuto paura si paura, non per me ma per mia moglie che in quel momento aspettava che risalissi dalla sala operatoria e a qua...

Avezzano 18/01/2017

Neve e terremoto


Sento ancora l'eco delle scosse e per la prima volta ho avuto paura si paura, non per me ma per mia moglie che in quel momento aspettava che risalissi dalla sala operatoria e a quanto potesse essere scossa, speravo fosse uscita di corsa dall'ospedale, invece no era li che mi aspettava (come fa da una vita). Quando finalmente mi hanno portato su ed ho visto il sollievo nei suoi occhi mi sono rasserenato, l'ho abbracciata forte e le ho sussurrato: hai avuto paura? Si tanta perché non sapevo come stavi e perché ci mettevi tanto a risalire e perché qui tutti gridavano e.......la capo sala mi disse dai vestiti e vai a casa ci vediamo domani per il controllo e sorridendomi disse che Dio ti benedica con i tuoi sorrisi e la tua ironia ci hai distolti per un momento da questa angoscia, abbracciando mia moglie salutai tutte loro e uscii veloce per tornare a casa,. Prima di rientrare ci siamo fermati da mia figlia al primo piano della palazzina dove abitiamo e visto che era tutto tranquillo siamo saliti in casa. Ho subito acceso la televisione per sentire le ultime notizie e come già sapete tutti erano disastrose, terremoto neve valanga........quando finirà tutto questo? Quando tutte queste persone avranno un po di pace? Ora leggo tante cose su queste pagine c'è tanta rabbia tanto dolore nei commenti di tutti, rabbia per come vanno le cose nel nostro povero paese, dolore per tutti coloro che sono morti e per chi è al freddo e non sa come sarà il domani. Un grazie va a coloro che in questo momento incuranti del freddo e del pericolo si stanno adoperando per portare soccorso a tutti coloro che ne hanno bisogno, che Dio vi aiuti e vi guidi nel vostro agire, grazie di cuore a tutti voi!!!!!!


Saverio Colella.

20/01/2017



Commenti

pubblicato il mercoledì 15 novembre 2017
passerotto22, ha scritto: Mi piace l'uso della scrittura delle frasi non virgolettate e senza interpunzioni. Rende il tuto più efficace e immediato trasferendo al lettore il senso di urgenza e di immediatezza della situazione.
pubblicato il mercoledì 15 novembre 2017
Savj2017, ha scritto: Grazie, innanzitutto per avermi letto, e grazie per il tuo commento!!

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: