ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.193 ewriters e abbiamo pubblicato 72.696 lavori, che sono stati letti 46.043.843 volte e commentati 54.796 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 10 novembre 2017
ultima lettura martedì 21 novembre 2017

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

L'arte di Martina

di Fogliegiallenelvento. Letto 212 volte. Dallo scaffale Pensieri

A Martina piace cucire, sentire il rumore soave delle forbici sul tessuto, toccarne con mano la lavorazione, respirarne l'odore...quello intenso della...

A Martina piace cucire, sentire il rumore soave delle forbici sul tessuto, toccarne con mano la lavorazione, respirarne l'odore...quello intenso della lana, quello svolazzante del lino, quello morbido della seta. Ad essere completamente onesti, Martina nutre un amore vero per il cucito, un amore carnale, di quelli insaziabili. Le stoffe comperate non sono mai abbastanza, i progetti realizzati mai soddisfacenti ma tuttavia, la voglia di mettere se stessa alla prova, alzando ogni giorno il livello dell'asticella da raggiungere, è sempre tanta. Quella, Signori, è rimasta invariata sin da quando è adolescente.
Mi piace osservarla, quando lei non se ne accorge, trovare la giusta angolazione per carpire le sue espressioni più nascoste, i suoi pensieri più intimi. Lei forse non lo sa, ma quando sta creando la sua fronte si arriccia ed una piccola rughetta sistemata proprio al centro, comincia a farsi spazio sulla pelle liscia. E' assorta, come se stesse sognando ad occhi aperti, persa tra il blu del feltro ed il rosso del velluto. Intreccia fili senza sosta, aiutata dalla sua fedele compagna di viaggio: Olga, la macchina da cucire. Credo che abbiano un rapporto molto speciale, sono come il braccio e la mente: la prima pensa, fa sbocciare nuove idee e riflette sui colori da abbinare, mentre la seconda, disponibile e volonterosa come la migliore delle api operaie, la aiuta a dar vita all'astratto. Un perfetto connubio di due anime così distanti, ma così unite nel perseguire un obiettivo comune: l'arte. Arte in tutte le sue forme, colori, sapori ed odori.
Le passioni di Martina non sono limitate al cucito infatti, da sempre segue le danze sinuose dei corpi di ballo, i melodrammi e le commedie a teatro, ma ama anche infilare i piedi sotto il piumino, prepararsi una buona tazza di tè ed immergersi nella lettura. L'autore deve possibilmente essere uno scrittore emergente, il libro o racconto non troppo pubblicizzato, meglio qualcosa di esotico e stravagante, sicuramente fuori dalle righe...un po' come lei, in fondo.
Non è trascorsa volta che io non abbia visto Martina con un computer od un grande faldone sotto il braccio, pieno di fogli disordinati uscire da tutte le parti. Credo che lì vi custodisca le sue idee, vi disegni i suoi progetti, provi a dare forma a quello che ha pensato durante la notte. Eh certo, perché mica possiamo aspettarci che Martina dorma la notte, no? Le sue ore di sonno variano dalle 3 alle 4, talvolta 5 quando è un lusso. Il sabato e la domenica fanno parte dei giorni lavorativi, niente sauna o passeggiata al parco per lei, il massimo che si sia concessa è un cappuccino in compagnia delle amiche, sempre probabilmente per dar fiato a qualche nuovo pensiero artistico.
Non riesci facilmente a capire ciò che pensa, è spesso criptica ed il suo viso non lascia trasparire poi molto, ad un osservatore distratto. Ma se ti impegni, spesso vedrai apparire sul suo volto sorrisi, o lacrime che gocciolano giù per le guance, specie quando riceverà una delusione, specie se non se l'aspettava. Perché Martina è sensibile, dolce e talvolta ingenua, crede ancora nel buon cuore delle persone ed è sempre convinta che non ci sia cattiveria nelle azioni altrui.
Ma in cuor suo, sa che si sbaglia. Sa che la cattiveria è ovunque, così come la voglia di parlar male degli altri, sa che le lingue biforcute delle serpi sono sempre in agguato, così come la loro pelle viscida al tatto.
Ma Martina non si lascia scoraggiare e si rifugia tra le sue creazioni: qui un porta torta colorato di feltro, lì un cestino per il pane realizzato con una stoffa francese, pregiatissima, e poi ancora più in là qualche pupazzo cucito a mano, corredato di valigetta porta sogni. In ognuna di esse c'è un pezzetto del suo cuore, tanto che a volte ti chiedi, ne rimarrà un po' per lei? Un piccolo brandello che la possa scaldare durante le giornate invernali? Un soffio di vento caldo dentro al quale si possa accoccolare?
Martina è così, ama ideare, ama creare, regalare e dare. E francamente non credo che abbia mai pensato, nemmeno un minuto durante la sua vita, al verbo "ricevere".


Commenti

pubblicato il domenica 12 novembre 2017
Hiroshi84, ha scritto: Questo già l'avevo letto...l'hai pubblicato forse per sbaglio due volte? Ad ogni modo ti riscrivo il commento anche da qui: Rieccomi a leggerti fogliegiallenelvento, nitida e perfetta descrizione di una cara amica, il testo l' ho riletto due volte per quanto mi è piaciuto! Spero che tu abbia fatto leggere questo componimento a Martina. Non lo dico tanto per dire ma su tanti aspetti sono simile a questa persona mirabilmente descritta.< A cominciare dal fatto che credo nel buon cuore delle persone per poi subire spesso profonde delusioni (quante volte dico è l'ultima volta ma poi...) oppure nell' essere riflessivo in ció che mi appassiona (ad esempio il mio amore per la scrittura) e soprattutto sognatore. Ahi ahi sta cosa di vedere il mondo con gli occhiali rosa. Anch'io prediligo gli scrittori emergenti e non per questo amo i siti come ewriters per scrittori in erba o meno in erba dal modo di narrare o poetare in maniera caparbia e genuina...come te! E sempre anch'io mi rifugio nelle mie creazioni... Insomma è bellissimo avere una amica come Martina, tienitela stretta! Ho un amica scrittrice super appassionata al cucito e di cui più di una volta mi ha espresso non solo il profondo amore per i filtri ma anche la magia che essi emanano e quando si cimenta a farlo con altre buone amiche l'atmosfera si trasforma in una sorta di 'Laboratorio di umanità.' Credo per cui di immaginare come si senta la tua amica mentre si concentra con la fondamentale ed essenziale collaborazione della preziosa Olga, uno stato spazio-tempo sospeso e che penso funge da antistress e pieno piacere mentale. Reputare la passione per i feltri un semplice hobby sarebbe riduttivo. Ti leggerò ancora...stanne certa, sei senz'altro da leggere e da scoprire! Buona domenica!
pubblicato il domenica 12 novembre 2017
Fogliegiallenelvento, ha scritto: Si non riesco a capire come mai ci sia due volte....cavolo. Adesso che c'è il tuo commento comunque non mi sento di cancellarlo per cui rimarrà qui, un doppione =)

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: