ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.228 ewriters e abbiamo pubblicato 73.029 lavori, che sono stati letti 46.441.107 volte e commentati 54.903 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 12 ottobre 2017
ultima lettura venerdì 15 dicembre 2017

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Presentimento

di AnHoldMan. Letto 135 volte. Dallo scaffale Pensieri

Questa mattina, per strada, ho incrociato una coppia di anziani. Gli ho avvistati da lontano senza coglierne i dettagli che poi piano piano si sono svelati. La prima cosa che mi ha colpito è stata la loro di procedere appaiati ma con andatura...

Questa mattina, per strada, ho incrociato una coppia di anziani. Gli ho avvistati da lontano senza coglierne i dettagli che poi piano piano si sono svelati.

La prima cosa che mi ha colpito è stata la loro di procedere appaiati ma con andatura dispari: fluida e leggera quella della donna, marcata e quasi pesante quella di lui. Non erano molto alti e di ugual statura; lui robusto e quadrato ma piatto di pancia e lei snella con bianchi e lunghi capelli tenuti sciolti come una ragazza. Lui, imbiancato al pari di lei, con la tonsura del tempo.

La donna indossava un vestito lungo, di tessuto chiaro, ravvivato da piccoli disegni a forma di foglioline che ondeggiava con grazia intorno alle caviglie sottili, e l’uomo una camicia chiara con le maniche corte e pantaloni color cachi sorretti da una spessa cintura di cuoio. Da lei irradiava ancora la grazia della passata gioventù, e in lui c’era ancora traccia di una forza grande e indomita.

Camminavano tenendosi per mano, con lei dalla parte del muro, in un modo più comune fra giovani innamorati, che in una coppia di quell'età: con i palmi serrati, le dita intrecciate e le braccia aderenti ai corpi.

Lui avanzava con una determinazione venata di dolorosa fatica, serio in volto, lo sguardo fisso in avanti, chiudendo ritmicamente a pugno la mano sinistra, come dovesse alleviare una grande tensione o un dolore; lei lo seguiva appaiata, senza sforzo apparente muovendo leggermente il capo da sinistra a destra, lo sguardo ignaro e un sorriso aleggiante.

Ben presto mi hanno superato, senza vedermi, ed io mi sono voltato a guardarli; la grossa mano di lui serrata con forza a quella della donna e la silhouette leggera di lei. Non so perché ma avrei giurato che l’uomo stesse conducendo la sua compagna di una vita, lontano dalla loro casa e dal suo amore, per consegnarla ad altre mani e separarsi da lei, ormai inconsapevole di tutto.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: