ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.132 ewriters e abbiamo pubblicato 72.194 lavori, che sono stati letti 45.524.707 volte e commentati 54.546 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 8 ottobre 2017
ultima lettura giovedì 19 ottobre 2017

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Pasto Alieno II

di DOMENICO DE FERRARO. Letto 203 volte. Dallo scaffale Fantascienza

 PASTO  ALIENO     La  nave galattica emerse dalle viscere  dell’universo ,distrutta dal fuoco  nemico delle truppe d'attacco di navi aliene proveniente da una sconosciuta galassia della cintura d'Orione. U.....

PASTO ALIENO

La nave galattica emerse dalle viscere dell’universo , quasi distrutta dal fuoco nemico delle truppe d'attacco di navi aliene proveniente da una sconosciuta galassia della cintura d'Orione.

Una smilza figura uscì dalla nave semidistrutta trascinandosi faticosamente, sanguinante ad una gamba con i vestiti bruciacchiati ,il viso stanco .

Abbiamo perso maledizione disse parlando una strana lingua quasi incomprensibile , è stato tutto inutile , incominciò a gridare:

John ,Albert dove siete?

Uscite fuori dannazione , porca aliena?

Capitano non gridi ci possono sentire, risposero alcuni sopravvissuti

All’attacco nemico che aveva causato gravi perdite .

Stare allo scoperto può essere assai pericoloso, possono stare nelle vicinanze, pronti a sbranarci.

Avete preparato le armi per contrattaccare disse il capitano Dark alzandosi in piedi e impugnando la sua pistola laser simile ad un eroe dei fumetti .

Albert uscì fuori dalla nave galattica, semidistrutta dopo di lui quasi tutto il restante equipaggio rimasto, avvertì una strana sensazione che si diffuse nell'aria, un brivido gelido corse lungo la schiena , s’avvertiva qualcosa di terribile, sarebbe accaduto di li a poco , una forza malvagia stava per prendere il sopravvento una forza che generava un atmosfera oscura, infernale. In molti cercarono di raggruppassi, d'essere uniti con il terribile sospetto che forse non c'e l'avrebbero mai fatta ad uscire da quella maledetta trappola dove s’erano cacciati.

Il capitano Dark si mordicchiava il labbro sanguinante, scrutando l'orizzonte in attesa che uno di quei terribili e demoniaci mostri sarebbe apparso all'improvviso per farlo fuori con il suo fucile laser.

Accidenti a quando ho accettato questa missione, pensò il capitano Dark tra sè accidenti a quei brutti farabutti del governo loro seduti , spaparanzati su comode sedie imbottite a dare ordine e godersi la vita mentre noi qui a morire .Vita di.... Molti ricordi gli scivolarono dentro velocemente ricordi d’amori passati di vite vissute cosi in fretta ,gioie , sorrisi , felicita dall’ali di cristallo ,momenti cosi dolci come un bicchiere di vin santo , rimase con il suo aspetto impassibile senza manifestare nessuna emozione all'esterno, nessuno doveva dubitare del suo coraggio e della sua fedeltà al governo intergalattico.

Ragazzi , stiamo pronti , da un momento all'altro qualche orripilante mostro può apparire, mi raccomando pronti a sparare.

Signor capitano gli aiuti quando arriveranno?

Questione di minuti .Occhio gridò Albert .

Eccoli .Sparate .

Una raffica di raggi laser e proiettili esplosivi fu diretto verso il nemico che appariva tra le boscaglie, tra nubi nere piene di catrame , che scendeva in picchiata da grandi navi intergalattiche pronte a mangiarti vivo, pronti ad ucciderti , ad infilzarti con lunghe spade d’acciaio alieno , successe tutto di li a poco si videro piombare addosso un numero incalcolabile di mostri guidati da un etero plasma alieno con una testa enorme e denti aguzzi si lanciò su di loro inferocito .

John uscì fuori dall'abitacolo e incominciò a sparare all'impazzata gridando morite maledetti mostri , vi faccio a pezzi.

John gridò il capitano Dark stai attento e troppo pericoloso , vieni qui , ragazzi copritemi , debbo riportare indietro quell' incosciente.

In pochi attimi il capitano Dark afferrò il suo soldato ma un mostro dopo aver fatto un guizzo velocissimo addentò John al braccio e senza minimamente arretrare non lo lasciò tirandolo verso di se.

Molla il mio amico maledetto stronzo grido Dark facendo un salto all'indietro, sparandolo sotto l'addome, il terribile mostro stramazzò a terra privo di vita con i denti ancora conficcati nell'arto di John piangente e dolente.

Forza ragazzo resisti e mentre soccorreva il suo amico Dark vide i suoi soldati arrivare, vide i mostri a migliaia avvicinarsi sempre più vide la morte , aggirarsi silenziosa, brandendo la sua falce insanguinata a capo di quei terribili mostri.

Poche ore è tutto sarebbe cambiato di quella battaglia sarebbe rimasta solo un brutto ricordo e quando la nave di soccorso tanta attesa davanti a loro apparve, frapponendosi all'immanente attacco dei mostri . Dark tirò un sospiro di sollievo, fu l'ultimo a salire a bordo, continuò a sparare e combattere come un forsennato , gridando vi faccio fuori a tutti quanti brutti Mostri

avanti fatevi avanti poi la nave di soccorso in pochi istanti, schizzò via nell'orbita lui riverso per terra all'interno della navicella scoprì di non avere più un piede divorato durante la battaglia da quelle brutte bestia .

Puttana aliena guarda cosa mi hanno combinato

Poi perse i sensi e al risveglio si ritrovò in ospedale nel reparto recupero arti ,immerso in una vasca liquido rigenerante con un nuovo piede attaccato alla sua gamba.

Ti sei guadagnato un nuovo encomio ,una tacca in più sulla divisa, Dark e un mese a casa di riposo se tutto andrà bene, pensò fra se, chi sa se ne valsa la pena andare lassù ad ammazzare quei fottuti mostri e con questo pensiero chiuse gli occhi , continuò a sognare e viaggiare ai limiti dell'universo alla testa dei suoi soldati in battaglie sanguinose contro esseri strani e terribili, ma questo era solo l’inizio di un'altra avventura , di un'altra speranza da dare ai tanti diseredati ,disperati terrestri in cerca di una terra in cui vivere in pace, era questa la sua missione, per il bene dell'umanità preda d’ avidi spietati invasori , provenienti da lontane misteriose galassie in cerca di un pasto a base di carne .



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: