ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 16 settembre 2017
ultima lettura giovedì 16 maggio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Il Guerriero e Il Drago

di alessyagiuliana. Letto 442 volte. Dallo scaffale Fiabe

Tratterò, in questo testo, una fiaba per bambini.Una fiaba fantasy che racconta di un grosso Drago che vuole uccidere tutti i guerrieri perchè esso si sente il più forte di tutti. Ma poi, arriva un guerriero, che insegna al drago la vera forza.

Il Guerriero e Il Drago

mercoledì 19 luglio 2017

12:24

Un guerriero molto forte, grosso e possente; aveva udito nel suo villaggio, delle voci dove dicevano che c'era una battaglia in corso nel vecchio campo di grano, ormai abbandonato.

Allora il guerriero prese il suo bel cavallo nero è si misi in viaggio verso il campo. Arrivò lì, al calar del sole.

Trovò tutti I guerrieri, più forti e più grossi, morti perchè vennero uccisi dal Drago dalle tre teste, tre code e nove grandi Ali.

Il guerriero rimase allibito da tale creatura.

Non aveva mai visto un grande Drago così e, nel suo villaggio non s'era udito di una battagia contro una creatura così terrificante.

Ad un tratto, il Drago s'avvicinò al guerriero e gli disse: << Sembri molto forte e molto grosso Guerriero; ma quì son venuti guerrieri assai più forti e grossi di te. Guarda che fine hanno fatto…>> Il Guerriero rispose con un tono saggio e intelligente: << Drago, hai detto il vero. I miei fratelli quì, erano assai più forti ed assai più grossi di me. Ma dimmi, che armi stavano usando?>> Il Drago rispose con scontrosità: << Asce, spade e accette; ma nulla è stato in grado di ferirmi. Hanno solo contribuito alla loro morte facendomi arrabbiare!>> Allora il Guerriero rispose al Drago con fierezza di ciò che stava per dire: << Perchè l'arma tagliente e mortale non sono quelle affilate, Mio caro Drago!>>

Il Drago restò sorpreso di tale risposta. Ma rispose al Guerriero con un tono violento e sgorbutico: << Dimmi Guerriero; allora, quale arma può mai ferirmi?>> Il Guerriero sorridendo, andò verso il grande Drago e gli disse: << Per uccidere il nemico, caro Drago, lo si deve prima conoscere, capire il suo punto debole e solo allora, ucciderlo!>>

Il Drago si offese, si infuriò per ciò che aveva detto il Guerriero e gli rispose: << Come osi, Guerriero! Dire che, una creatura come me possa mai avere punti deboli? Adesso basta! Raggiungerai il Valhalla proprio come I tuoi cari fratelli, ormai morti e uccisi da me!>>

Mentre il Drago correva verso il guerriero per ucciderlo; esso notò, molto prima di parlare con il Drago, che una delle sue tre code era più rovinata, più vecchia, più debole.

Quando ormai, mancava poco alla sua morte; il Guerriero fece un grande salto e cadde dietro il Drago.

Il Drago cadde a terra ed il guerriero gli trafisse la coda debole e subito dopo la tagliò.

Dopo il lamentoso urlo del Drago; il Guerriero infine disse: << Vedi Drago, se gli altri guerrieri avessero, per un attimo, usato un pò di più il loro cervello; ti avrebbero ucciso già da tempo!>>.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: