ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 29 agosto 2017
ultima lettura mercoledì 24 aprile 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

DARK KAT. capitolo 3

di Superotto. Letto 236 volte. Dallo scaffale Fantasia

John giunse alla sua auto, il Fido Rol balzo' sul sedile posteriore senza emettere alcun suono... Strano ! Roll è un cane vivace che abbaia a tutto quello che vede. Invece ora si accucciò cheto, pareva un bambino che era appena stato sgri...

John giunse alla sua auto, il Fido Rol balzo' sul sedile posteriore senza emettere alcun suono... Strano ! Roll è un cane vivace che abbaia a tutto quello che vede. Invece ora si accucciò cheto, pareva un bambino che era appena stato sgridato per i pessimi voti a scuola, era molto molto strano. Il gattino nero si muoveva sul sedile come se fosse un copilota, guardava fuori dal finestrino, rizzava le orecchie quando jhon si avvicinava alle auto, pareva addirittura in ansia per la guida del suo salvatore. Arrivati a casa Jhon sapeva benissimo che non avrebbe mai potuto tenere con se il piccolo "puma nero", un po' per lo spazio, un po' perché aveva il suo fido Roll. Passò davanti alla sua villetta e tirò diritto, allora si preoccupò perché il cane non aveva nemmeno accennato un piccolo guaito di protesta per non essersi fermati. A Jhon venne l'idea di portare il "puma" al figlio David che abitava con la moglie Lory in un appartamento su due piani, senza balcone ma con un'ottima possibilità di girovagare in su ed in giùper le scale ! David e Lory erano una coppia di 40enni senza figli ma con un innato amore e rispetto per gli animali : sarebbero sicuramente stati entusiasti di accudire il piccolo "puma". Jhon era arrivato al bar da David ( il figlio era un barman e gestiva un bar proprio sotto casa) e si presentò con una scatola di scarpe tutta bucherellata , quasi sembrava ci avessero sparato dentro, e davanti a David tolse il coperchio.......di lì a poco uscì il "piccolo puma nero" con un pelo al limite della centrifuga! David rimase impietrito, suo padre partito per andare a caccia tornava con un gomitolo nero tutto arruffato! David rifletté : la sua attività gli portava via la maggior parte del suo tempo , aveva una casa non grandissima e senza balconi e giardino .. Si chiese come avrebbe potuto gestire la situazione. Alle parole di Jhon "tenetelo voi . lo curate e lo salvate, se possibile , e poi lo riporto nella zona dove l ho trovato." rimase sbigottito . Dal canto suo John non fece alcun accenno al cadavere che aveva visto al posto del piccolo puma. David pur senza parole fu costretto a prendere la decisione : tenerlo e curarlo. Chi davvero aveva deciso era Lui , il "piccolo puma" , infatti aveva già scalato i primi due gradini della scala che erano alti il doppio di lui.....quella sarebbe stata la sua casa, ......
Torna su


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: