ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.226 ewriters e abbiamo pubblicato 73.017 lavori, che sono stati letti 46.421.090 volte e commentati 54.899 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 1 agosto 2017
ultima lettura domenica 12 novembre 2017

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

L'Addio Al Celibato - PROLOGO

di luke676. Letto 231 volte. Dallo scaffale Amore

“E anche questa è fatta… Ora c’è più spazio”. Disse Alessandro davanti ai  vasi sistemati in un angolo. La sgangherata tenda da sole presentava buchi qua e la, ma riparava dai raggi ormai spietati. I...

“E anche questa è fatta… Ora c’è più spazio”. Disse Alessandro davanti ai vasi sistemati in un angolo.

La sgangherata tenda da sole presentava buchi qua e la, ma riparava dai raggi ormai spietati. Il grigio suolo divenne il gabinetto personale di Swiffy, una simpatica cagnolina maltese che lui e la compagna chiamavano “bimba”. Lungo il pavimento ricco di crepe, Sara gettò una secchiata d’acqua: “L’ordine e la pulizia prima di tutto, che poi la gente parla” pensò passando lo scopettone lungo il terrazzo. Nel frattempo Ale stese la tovaglia a quadretti blu e bianchi, la sostituta della precedente bianca e rossa mutilata mentre affettava una torta.

“Scendo un attimo a prendere i bicchieri”. L’affermazione non venne udita da Sara, ancora impegnata a lucidare.

Nell’appartamento il vecchio citofono annunciò l’arrivo di Mario e Valeria carichi di borse e zaini. Raggiunto il sesto piano, la coppia ringraziò infinitamente l’ascensore di esistere. Dopo essere stati accolti nel migliore dei modi anche da Swiffy, depositarono il loro carico sul tavolo: una torta salata gentilmente preparata da Ave, la sorella di Valeria; un cacciatorino di salame, hummus di tonno con tanto di carotine da pucciarvi dentro; pecorino tagliato a dadini, patatine, pop corn e altre stuzzicherie. Le bevande, gentilmente offerte da Alessandro, variarono dalla birra, al vino, all’acqua minerale e alle bibite. Versando il contenuto di una Weiss in un bicchiere di plastica, Ale sentì il proprio telefono squillare: “Il Marco…”. Disse distratto. “We… scendo ad aprire”.

“Ciao giovinardi”. Salutò l’amico una volta giunto in terrazzo. Al suo fianco, più sconfitta che mai, la fidanzata Eva: oggetto di critiche e pettegolezzi della compagnia. La donna raggiunse le altre due ragazze lamentandosi di una gastrite che l’aveva costretta a letto per una settimana. Il reparto maschile si preoccupò di sistemare gli ultimi dettagli e di sbellicarsi per l’ultimo video caricato da Matteo Montesi.

“Ok… possiamo iniziare!”. Disse Marco davanti alla tavola imbandita.

“Aspettiamo, mancano ancora Luca e Andrea”. La voce di Sara interruppe la mano prossima ad afferrare una fetta di salame.

“Ah già! E’ vero”.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: