ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 7.944 ewriters e abbiamo pubblicato 70.951 lavori, che sono stati letti 44.211.641 volte e commentati 54.153 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 1 luglio 2017
ultima lettura giovedì 27 luglio 2017

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Cristiano Ronaldo 7 - Orgasmo a Lisbona (Saga l'infermiera)

di PeachSkywalker. Letto 489 volte. Dallo scaffale Amore

Mi inginocchio di fianco a lui e inizio a massaggiargli la coscia salendo dal ginocchio verso l'inguine aumentando gradualmente la pressione, poi con la mano inizio a salire sempre di più e la infilo dentro a una gamba dei pantaloncini .....................

La stagione del campionato è finita e gli sfoghi per i gol subiti da Handanovic saranno il passato per un paio di mesi almeno.

Adesso iniziano le qualificazioni per i mondiali, sono stata convocata per far parte lo staff sanitario della nazionale del Portogallo, passerò un mese con le mani sugli addominali portoghesi.

Sto sistemando il mio abulatorio del momento nella sede di Lisbona quando bussano alla mia porta, entra Silva per dirmi se quando ho tempo riesco a passare in palestra da Ronaldo. Con disinvoltura e tranquillità mi precipito nella palestra con vista sul campo di allenamento. Cristiano mi sta aspettando a petto nudo seduto su una panca con una gamba distesa sopra che si preme sulla coscia. << Devo essermi riscaldato poco sento tutto il muscolo irrigidito>>. Gli sorrido e gli dico di non preoccuparsi. Mi inginocchio di fianco a lui e inizio a massaggiargli la coscia salendo dal ginocchio verso l'inguine aumentando gradualmente la pressione, poi con la mano inizio a salire sempre di più e la infilo dentro a una gamba dei pantaloncini, gli sfioro il glande con un dito e subito a un'erezione impressionante, solo a vederla mi bagno come non mai.

Capisco che per lui non è un problema così comincio a fargli una sega quando sento che è al massimo dell'eccitazione gli abbasso l'elastico dei pantaloncini e i boxer e inizio a succhiarglielo. Mi mette una mano sulla nuca e mi spinge giù la testa e sento il cazzo scivolarmi nella gola.

A un certo punto mi stacca si alza e mi butta contro il muro; mi bacia con passione mentre mi sfila le mutandine da sotto la gonna, preme i fianchi contro i miei e mi entra dentro con forza, mi parte un mezzo orgasmo e gemo senza pensarci.

Comincia a spingere sempre più velocemente, non ho ancora smesso di godere da quando ha iniziato, mentre mi stantuffa gli accarezzo gli addominali, Dio sono perfetti, sente che sto per venire e esce si inginocchia e inizia a leccarmi il clitoride con la punta della lingua, sto per venire inarco la schiena ci sono quasi, si ferma si rialza e mi gira, lo ributta dentro e il godimento si prolunga ancora di più, che dolce tortura, spinge sempre di più, sempre di più sempre di più, capisco che sta per venire, contraggo i muscoli della vagina e lui gode come non mai e intanto mi infila un dito nel culo, vengo anch'io urlando, mi bacia per zittirmi, ma il mio corpo vibra di piacere, lo tira fuori e sento tutto il liquido caldo colarmi lungo le cosce, mi bacia di nuovo e con un dito mi accarezza un'ultima volta il clitoride provocandomi una scossa lungo le gambe, sarei già pronta per ricominciare, ma abbiamo perso già troppo tempo.

Esce e ci rivestiamo, usciamo dalla palestra e nell'altra sala c'è il resto della squadra che ci guarda con tanto d'occhi, hanno sentito tutti io e Cris ci scambiamo uno sguardo di complicità, sarà un pranzo imbarazzante.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: