ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 7.933 ewriters e abbiamo pubblicato 70.880 lavori, che sono stati letti 44.149.796 volte e commentati 54.141 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 10 giugno 2017
ultima lettura sabato 22 luglio 2017

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

MELINDA

di TodHudson. Letto 1370 volte. Dallo scaffale Amore

Nel mio settimo annuncio pubblicato nel consueto sito di incontri personali ho scritto: “La felicità di un uomo sposato dipende dalle pe...

Nel mio settimo annuncio pubblicato nel consueto sito di incontri personali ho scritto:

“La felicità di un uomo sposato dipende dalle persone che non ha sposato” (Oscar Wilde).

Se hai qualche idea su come rendermi felice, scrivimi subito!”

Mi ha risposto Melinda:

Da: Melinda

A: Tod Hudson

30enne, magra, 250. Foto tramite mail

Le ho chiesto alcune foto e se i 250 che chiedeva fossero commisurati al tempo da trascorrere assieme o ad altri suoi parametri “personali”.

Melinda: Sì, due ore circa. Foto in allegato. Sono passionale, dolce e solare. Adoro la trasgressione.

Tod: Ho visto le tue foto, ma senza vedere prima una persona in viso non faccio nulla.”

Melinda: Niente di personale. Ma io non sono una professionista, faccio incontri ogni tanto per arrotondare. Ho un lavoro (con bambini tra l’altro) e studio anche. Non rischio di perdere il lavoro inviando il mio viso a una persona che non so chi è e che potrebbe conoscermi. Quindi, mi dispiace ma ci salutiamo qui. Un bacione.

Tod: Nessun incontro al buio. Buona giornata.

Melinda: Tu mi piaci perché sei molto educato, ma è troppo rischioso. Posso chiederti che lavoro fai?

Tod: Mi occupo di diritto, diciamo.

Melinda: Anche il mio compagno lavora nel settore del diritto. Ti lascio il mio numero: chiamami così ci chiariamo. Intanto ti auguro una bella domenica e ti lascio un bacino.

Tod: Vorrei sapere che cosa cerchi esattamente.

Melinda: Io cerco qualcuno che abbia bisogno di attenzione, coccole, sesso … E che in cambio mi dia un regalo, perché sono in un periodo di difficoltà. Non sono professionista, ma sono solare, dolce, allegra e molto passionale. Adoro il sesso, amo vedere l’uomo godere e mi eccito davvero. Non sono una professionista che ti apre le gambe come un robot e basta. Dicono che io sia una donna molto interessante, bella, raffinata e affascinante. Poi starà a te vedere se ti piaccio o meno. Magari potevamo provare con un primo incontro. Quello che chiedo è 200 euro all’ora, per un minimo di due ore. Fammi sapere se ti interessa. Un bacino e buona domenica.

Tod: Hai aggiornato i prezzi? Mi serve qualche altra tua foto per capire se vali ciò che chiedi.

Melinda: No. Perché tu non cerchi una donna vera, cerchi una che sia soltanto bella. E su questo le professioniste sono meglio. Comunque grazie dell’attenzione. Buon proseguimento di domenica.

Tod: Io cerco solo professioniste e bellissime e giovani. Fino ai 25 anni pago io. Dopo i 25, paga lei.

Melinda: Sono giovane e bellissima. Ma non mi piacciono gli uomini che si fermano all’esteriorità. E non mi metto in competizione. Buona fortuna tesoro, e buon proseguimento di domenica. Bacino :*

Tod: Io comunque prediligo non solo la bellezza ma anche la cultura: ad esempio, sapere scrivere e parlare in italiano per me è il minimo. Altrimenti neanche mi eccito.

Melinda: Io non sono italiana e, modestamente, scrivo molto bene. Anzi, sono la prima nella mia classe, superando anche gli studenti italiani. Posso affrontare qualsiasi discorso: dalla fisica nucleare, agli esiti della Seconda Guerra mondiale, o le tecniche psicologiche di Freud, le poesie di Leopardi. Insomma, non sono una donna stupida o di poca cultura. Non posso ospitare perché sono impegnata, ma posso muovermi. Ma ribadisco che tu non mi piaci come persona. Sei prepotente. Quindi, sono stata educata, ti ho salutato gentilmente, ora lasciami in pace. Ti prego.

Tod: Forse abbiamo iniziato male. Mi spiace: non conosco la tua situazione e non giudico ciò che fai. E’ che io cerco un’amante e non una donna a pagamento e in questo sito trovo solo proposte di incontri occasionali. La mia ultima amante era una bellissima ragazza caraibica, studiava alle serali ed era la prima della classe. A me non ha mai chiesto soldi, ma solo amore. Ora ha trovato un bravo ragazzo con cui costruirsi un futuro vero: ha imparato ad amare. Lo auguro anche a te.

Melinda: Io sono solo stata presa in giro in Italia. E non augurarmi l’amore perché io non ci credo all’amore. Ho amato uomini che mi hanno soltanto usata e mi usano tuttora, perché sanno che non ho un posto dove andare e non sono economicamente indipendente. Questo non è amore. Per questo preferisco un uomo che mi dia i soldi. Così facendo, mi da la possibilità, un giorno, di ricostruirmi un futuro. Da sola. E io quell’uomo lo farò sentire tanto amato. Perché per me questo è dimostrare amore. E’ offrirmi la possibilità di una nuova vita. Da sola. Senza nessuno a farmi del male.

Tod: Sono le stesse cose che mi diceva la mia ex amante. Voleva la libertà. E ha trovato l’amore, dopo cinque anni assieme a me. Ho pensato che forse l’ho un po’ aiutata a ritrovare se stessa. Non permettere a nessuno di rubarti la felicità.

Melinda: Mi spiace Tod, ma davvero non mi va di continuare la conversazione. Non voglio assolutamente essere maleducata, ma mi sembra palese che cerchiamo cose molto diverse. Dal tuo annuncio sembrava davvero tu cercassi una donna a pagamento, per appuntamenti fissi e continuativi, ma a pagamento. Se non fosse così, non ti avrei mai fatto perdere tempo. Io auguro davvero che tu possa trovare quel che cerchi. Un abbraccio.

Tod: Ti aiuto a laurearti?

Melinda: In che senso, scusa?

Tod: Scusa se ti disturbo ancora, ma le cose che mi hai scritto mi hanno fatto pensare. Tu mi sembri una ragazza intelligente: da quel che ho capito stai cercando di studiare. Se, per caso, tu pensassi di continuare avere un amico che ti aiuta a studiare, a scrivere, a fare delle ricerche … a incoraggiarti, a comprarti dei libri, magari può aiutare … Sono troppo “fuori” rispetto ai tuoi obiettivi?

Melinda: No, non hai visto sbagliato. Io studio già. Ti ringrazio del pensiero, ma non è di questo tipo di aiuto che necessito (faccio tesine come secondo lavoro). A scuola ci danno fotocopie o pdf dei libri o comunque li trovo usati. Studiare si, è importante. Ma vedi: io ho già avuto storie come quella che vuoi tu. Conosco gli italiani – senza offesa, ti prego – sono molto bravi a parlare. Magari tu sarai anche diverso. Ma tra una persona che mi promette aiuto (magari anche con buone intenzioni, ma purtroppo non realizzabili) o sconosciuti che mi danno qualcosa di concreto (soldi) subito, io preferisco quello che posso avere subito. Quindi, ringrazio molto per il pensiero, lo apprezzo anche se fosse stato soltanto una tua strategia (apprezzo molto gli strateghi), ma ribadisco: non è il tipo di aiuto di cui ne ho bisogno.

Tod: La mia non era solo una strategia per portarti a letto …

Melinda: Senti, so che probabilmente ti avrò scritto qualcosa che ti ha fatto ricordare la tua ex amante. Sono contenta per lei, anche se onestamente credo che anche la sua nuova relazione non durerà a lungo. Le coppie miste con italiani non durano mai, almeno non equilibratamente o equamente. Ma sono contenta che lei abbia l’illusione di un lieto fine e le auguro che a lei possa accadere. Io tifo sempre per le donne immigrate, ma non ho mai visto una che stesse davvero bene. Sono volontaria in una onlus che tratta anche di situazioni di violenza (non solo fisica) alle straniere e, credimi, quello che loro dicono ai conoscenti o amici è molto diverso della verità che raccontano a noi. Ma sto divagando, non è questo il punto. Il punto è che io non sono lei. È psicologicamente comprovato che non ti puoi innamorare se non sei aperto all’amore. Quindi, concludo che nonostante lei fosse delusa, comunque un’apertura all’amore ce l’aveva. Non è il mio caso. Non mi puoi “aiutare a ritrovare” me stessa come forse hai fatto con lei, perché io non mi sono persa. Sono chiusa, è diverso. Per la cronaca: ho 37 anni. Giovanissima per gli over 55 con cui mi piace uscire. Non tanto giovane per te.

Tod: Ho capito il tuo punto di vista: lo rispetto ma non concordo con niente di quello che hai scritto. La mia esperienza è molto diversa. Ma tolgo il disturbo: purtroppo, io ho solo 50 anni e, in più, ne dimostro 38-40. Non sono il tuo tipo, me ne rendo conto anche dal tuo modo di pensare: è impossibile per me trovarmi bene nel sesso con una persona con cui non condivido un modo di “sentire” la vita. Grazie comunque per la tua gentilezza. Ti auguro di realizzare i tuoi obiettivi personali.

Melinda: E’ certo che la tua esperienza è molto diversa. Non potrebbe essere diversamente: siamo nello stesso ambiente, ma in posizioni diverse. Se chiedi a un carcerato come vede la giornata e se fai la stessa domanda a una guardia carceraria, le risposte saranno molto diverse, nonostante tutti e due vivano nello stesso ambiente. Tu non potrai mai vedere o sentire o capire quello che provo io. E neanche io provare quello che provi tu. Ma hai ragione. Non circa la tua età: hai ragione che siamo diversi anni luce uno dall’altra. Ed è meglio che finiamo qui. E’ stato un piacere chiacchierare con te. Bacino.

Tod: Continuo a pensare che tu abbia una visione negativa e sbagliata della vita, degli uomini e anche della tua situazione personale: “Anche se tu cambi, gli altri non cambiano: ma se tu non cambi, nulla cambierà per te”, è un proverbio che ripeto sempre a me stesso. Le esperienze della vita non sono né belle né brutte, né buone né cattive, né positive né negative: sono come tu le vedi. Solo tu puoi decidere che significato dare a ciò che vivi.

Melinda: Nella teoria le tue parole sono molto belle. Ma nella mia vita non si applicano. Anche se ho imparato molto con tutto quello che mi è successo. La fame ti insegna che puoi sopravvivere. La violenza ti insegna a essere più forte. L’abbandono ti insegna che puoi contare solo su di te. Non è che io non abbia piani per il futuro. Ne ho tanti, tantissimi. È solo che non prevedono altre persone, o meglio, altri legami con persone del sesso maschile. La mia vita mi ha insegnato che posso contare solo su di me. E mi va bene così. Non sono una persona negativa, non sono una donna frustrata. Sono solo stanca delle favole. La vita non gira intorno all’amore. Almeno, non quello tra uomini e donne.

Tod: Hai sofferto molto ma sei ancora una brava ragazza.

Melinda: Già. Troppo, purtroppo.

Tod: Lo sai, penso a te con un velo di malinconia: come avrebbe potuto essere diversa la vita per te, se solo avessi avuto una sola opportunità di esprimere liberamente tutto ciò che sei? Questa ingiustizia mi fa soffrire.

Melinda: Se l’ingiustizia la vivi sin da piccolo, col tempo ti abitui. E impari a guardare avanti. Intanto, come ha scritto qualcuno: “Un motivo per sorridere lo trovi sempre”. La vita è fatta così, punto.

Tod: Hai molta dignità, Melinda, è per questo che una donna come te ha un valore inestimabile: nessun compenso sarebbe adeguato per una tua carezza.

Melinda: È probabile. Ma il mondo non gira attorno alle carezze. Purtroppo.

Se vuoi vedere le foto con cui Melinda si offre:

https://aphrodixxx.wordpress.com/2017/06/09/melinda/

Se vuoi leggere in EWRITERS altri racconti della serie “Tod Hudson” li trovi ai seguenti link:

ERICA

Pubblicato il 07/07/2017

http://www.ewriters.it/leggi.asp?W=115675

PETRA

Pubblicato il 30/06/2017

http://www.ewriters.it/leggi.asp?W=115529

MISTICA

Pubblicato il 25/06/2017

http://www.ewriters.it/leggi.asp?W=115411

STELLA

Pubblicato il 17/06/2017

http://www.ewriters.it/leggi.asp?W=115247

GIULYA

Pubblicato il 02/06/2017

http://www.ewriters.it/leggi.asp?W=114858

ASIA

Pubblicato il 26/05/2017

http://www.ewriters.it/leggi.asp?W=114691

ALISON

Pubblicato il 19/05/2017

http://www.ewriters.it/leggi.asp?W=114544

DAYLA

Pubblicato il 13/05/2017

http://www.ewriters.it/leggi.asp?W=114425

ANNA

Pubblicato il 05/05/2017

http://www.ewriters.it/leggi.asp?W=114254

NATASCIA

Pubblicato il 28/04/2017

http://www.ewriters.it/leggi.asp?W=114111



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: