ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 27 maggio 2017
ultima lettura giovedì 10 gennaio 2019

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

Diario del viaggiatore Ciclo I :la morte dell'anima frammento primo

di elden4. Letto 274 volte. Dallo scaffale Horror

19xx-1-7non so perche' accettai ,ma decisi di andarci comunque.in breve ero arrivato nei pressi di R. dove S. mi aveva dato appuntamento ;camminai fin...

19xx-1-7

non so perche' accettai ,ma decisi di andarci comunque.in breve ero arrivato nei pressi di R. dove S. mi aveva dato appuntamento ;camminai fino al posto mi ci volle mezz'ora.....
Arrivato il paesaggio non e' dei piu' rassicuranti : il cielo e' rossastro ,una fine nebbia rossa mi impedisce di vedere in lontananza, S. pero' dovrebbe essere qui a minuti ....lo spero.
non c'e' nessun altro qui .... vedo una massiccia costruzione in pietra della quale non scorgo la sommita' a causa della nebbia,la terra e' piena di crepe il vento mi fa arrivare molta polvere in faccia mi riparo gli occhi con il braccio e avanzo.Mentre cammino vicino alla costruzione in cerca di un rifugio un lamento comincia a levarsi dall' alto della costruzione;provo a guardare in alto ma la nebbia non mi fa capire da dove provenga.
Costeggio la parete finche' non vedo delle figure muoversi indietreggio sperando che non mi abbiano visto,sono loro a emettere quel lamento?non riesco a capirlo .
Inciampo in una crepa e cado per terra ,non mi faccio nulla ma la mia caduta risveglia degli esseri nel terreno simili a lumache che cominciano ad uscire sempre piu' numerosi mi allontano e li osservo ,si muovono lentamente quasi senza senso aggrovigliandosi tra di loro in un moto quasi ipnotico sono molli e disgustosi, dopo breve ritornano tutti nelle viscere della terra .S. non e' ancora arrivato e il lamento si fa sempre piu' forte, io continuo a camminare attorno alla costruzione.
S. e' morto lo trovo appoggiato alla costruzione decapitato, ed e' ricoperto di quegli strani insetti,cerco di mandarli via come posso ma il corpo di S. ne e'pieno ,sono troppi e ho paura di essere attaccato quindi sono costretto a lasciarlo li' sperando di non fare la sua fine o forse si'.
Vorrei andar via ma non posso , mi sono perso e la maledetta nebbia sembra non diradarsi ,allora mi siedo passo 10 minuti a fissare il nulla ,il lamento continua.Penso ad S. chissa' perche' ho voluto raggiungerlo qui , chissa' cosa voleva dirmi e perche' qui? ,comunque adesso sono solo.....
Dopo molto tempo il vento comincia a diradare la nebbia ,io riesco a capire qualcosa ...la cosidetta costruzione in pietra si mostra per quello che e',un complesso di appartamenti .La nebbia o il fumo proveniva da alcuni di questi che sono tuttora in fiamme e infatti altro fumo comincia a scendere .Il lamento proviene dall'alto ma non si riesce a scorgere da chi ;un uomo ad una finestra mi fissa con la faccia contratta in una maschera d'orrore.Mi segue con lo sguardo mentre mi allontano ,da distante riesco a vedere che il complesso e' completamente in rovina da vari squarci nelle pareti cola sangue che forma un piccolo laghetto a destra dei palazzi .Attorno ad esso si muovono delle figure ,sembrano persone ma non riesco a distinguerle bene perche' ormai sono troppo distante .Si muovono illogicamente secondo uno schema non preciso e in mezzo a loro cominciano a divampare piccoli incendi.
Alla fine mi allontano e ben presto anche il lamento sparisce la nebbia riavvolge tutto nascondendo cio' che resta di quella zona .
Ho lasciato il corpo di S. li' spero che non dia fastidio adesso andro' nella citta' di R. per riposare poi domani partiro' per andare a ----- la mia prossima meta.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: