ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 14 maggio 2017
ultima lettura domenica 12 gennaio 2020

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

Un giro di vite.

di Antonino61. Letto 875 volte. Dallo scaffale Eros

Come al solito sto perdendo il mio lavoro per una stupida litigata col capo, devo trovare il modo di attirare la sua attenzione ci sara' presto un art...

Come al solito sto perdendo il mio lavoro per una stupida litigata col capo, devo trovare il modo di attirare la sua attenzione ci sara' presto un articolo che dovrà uscire sul mondo dell'hard, sui provini e sulla scelta delle nuove ragazze che avranno la possibilità di fare carriera e di scoparsi il meglio del mondo dell'hard. Penso, ora mi si apre una possibilità davanti in fondo il risultato vale il sacrificio, insomma sacrificio.. il cazzo mi piace, invece di scoparmi sconosciuti in privè magari guadagno bei soldini e ciao capo! Ok decisa telefono a una casa cinematografica di una città non molto distante e chiedo di fre il colloqio, ops provino. L'indomani entro nel portone dove ci sono gli studi, c'è un corridoio e sembra tutto regolare se non fosse che ogni persona che esce dalle porte ai lati del corridoio è nuda o mezza nuda, "nooo troppo fighe confronto a me, che cazzata ho fatto" penso tra me e me. Cammino per un po' ma nessuno si fa vedere. Vedo una porta e leggo ''REGISTA'', entro bussando timidamente e trovo il regista seduto alla scrivania e seduta davanti a lui una ragazza dai capelli neri lunghi lisci gli occhi verdi una terza di seno che scoppia nella camicetta, davvero bella e vestita con una minigonna nera e una camicetta di seta corta. Appena entrata i due mi guardano e dico che sono li' per un colloquio, il regista mi guarda, ride, resta a fissarmi per un po': non ero riuscita a cambiarmi per vestirmi in modo piu' adeguato e cosi' indossavo dei jeans e una camicetta bianca, la ragazza era vestita in modo più adatto a un colloquio di quel tipo. Il regista mi dice che anche la ragazza che era li' doveva fare il provino. Sono imbarazzata vestita da colloquio di lavoro, dico colloquio quando è un provino "che scema" penso, ormai sicura che l'ago della bilancia non sarà dalla mia parte. Mi siedo accanto alla ragazza, lei è sulla scrivania a gambe aperte davanti al regista: mi sa che dovrò impegnarmi più di lei se voglio prendere il posto di lavoro. Lui non dice nulla è davanti a noi, allora nel silenzio mi slaccio la camicetta, si vede che è eccitato. La ragazza mi prende la mano e la mette tra le sue gambe, io la faccio salire: lui ci guarda con stupore,non si aspettava una mossa di questo genere.

Ci eravamo come coalizzate per avere entrambe il posto. Lui non si muove dalla sedia davanti a noi, la ragazza mi leva la camicetta e poi mi slaccia il reggiseno: si avevo indossato anche quello ma forse nel gioco con la morettina crea più eccitazione; mi accarezza i seni. Ammetto di cazzi ne ho presi, anche tre uomini insieme, ma non avevo mai provato a farmi toccare da una donna, e non l'avevo mai toccata! Le mie dita iniziano a toccare il sesso della ragazza è già bagnata ed eccitata, ha un sussulto appena la sfioro. Lei si mette su di me, e inizia a leccarmi le tette e a succhiarle, mentre la mia mano inizia a esplorarla. Ora sono sui suoi seni, le levo la camicetta e poi riscendo nella sua gonna, tra le sue gambe. Non mi ero accorta che era senza mutandine "che patata che sono!" Era proprio pronta quel colloquio! OPS PROVINO!!! Mi slaccia i jeans e inizia a levarmeli: non mi hanno mai eccitata le donne, ma lei è davvero bella e davvero brava a far eccitare una donna. Baci, leccate, carezze che mi fanno impazzire: di sicuro per lei no è la prima volta. Guardo il regista a pantaloni slacciati, con il suo cazzo in mano e più che eccitato! La ragazza ora è alle prese con i miei slip, ci gioca e ogni tanto dà delle occhiate di intesa al regista. Ora avvicinando il suo viso alle mie cosce, le bacia e io, a occhi semiaperti, mi godo la bravura di quella ragazza in trance prendo in mano il cazzo eccitato del regista e lo accarezzo, lo sento caldo nella mano; mentre la ragazza continuava a leccarmi su e giù e a passarmi le dita intorno e dentro la fica. Sento un'ondata calda sulla mano, lascio la presa e mi porto la mano alla bocca, passo le dita ancora calde sulle mie labbra. Assaporo un il succo di quel piacere, poi il piacere invade anche me sotto i colpi di quella lingua abile. Dò un bacio alla ragazza, lei mi succhia le labbra, mentre con la sua mano si massaggia tra le gambe: anche lei ha voglia di venire, non appena le tocco la pancia con le mani sospira e poi mi decido, le passo la lingua sul clitoride la sento gemere e inondarmi dei suoi caldi umori. Il regista è ancora lì ad assistere, ancora eccitato e con le mani sporche, è venuto una seconda volta e noi così prese non ci siamo accorte di lui. Ci sediamo ancora mezze nude sulla scrivania e aspettiamo di sentire le impressioni del regista ....sul nostro provino....



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: