ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.196 ewriters e abbiamo pubblicato 72.737 lavori, che sono stati letti 46.088.306 volte e commentati 54.812 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 30 aprile 2017
ultima lettura giovedì 23 novembre 2017

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Deriva

di Rosnikant. Letto 204 volte. Dallo scaffale Poesia

Non c’è margine perverso nell’annebbiarsi degli anni fuggire è un inganno ossa spolpate dal fango carni lacere consunte queste mie parole occluse dalla distanza che restano sospese tra le memorie e la reticenza di .......

Non c’è margine perverso

nell’annebbiarsi degli anni

fuggire è un inganno

ossa spolpate dal fango

carni lacere consunte

queste mie parole

occluse dalla distanza

che restano sospese

tra le memorie e la reticenza

di chi, vivo, s’illude

che tutto il resto sia confine

mentre il tempo irriverente

si fa beffa del nostro amare

e ci punisce piano

chiamandoci a morire…

… scomparire, quando, quanto ancora,

ritorna il nodo che il sole

respinge verso gli orgasmi della mente

dove riecheggia il vero

senso dell’andare, quel lieve sentire

le cose, le stelle, il cielo,

il vento e tutti i colori del mare

che non potremo più sfiorare.



Commenti

pubblicato il martedì 12 settembre 2017
MCapp, ha scritto: Malinconica e profonda!
pubblicato il giovedì 14 settembre 2017
Hasnotname, ha scritto: Un turbine. Grazie per averla condivisa.
pubblicato il domenica 17 settembre 2017
Drakuma, ha scritto: Si riescono a percepire, tutte le emozioni turbolente che si celano dietro le parole. Un piccolo grande capolavoro, complimenti.

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: