ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 5 aprile 2017
ultima lettura martedì 19 febbraio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

C'è un posto che chiamo casa

di Anitram. Letto 274 volte. Dallo scaffale Viaggi

C'è un posto che ho chiamato casa. Ed era più casa di quella in cui sono nata, in cui mi trovo ora. C'è un posto in cui ho lasciato il cuore. E le lacrime. Un posto che mi ha portato via dalla sofferenza. Le stanze in cui ho vissut.....

C'è un posto che ho chiamato casa. Ed era più casa di quella in cui sono nata, in cui mi trovo ora. C'è un posto in cui ho lasciato il cuore. E le lacrime. Un posto che mi ha portato via dalla sofferenza. Le stanze in cui ho vissuto, forse non sono piu ccasa .Non lo sono più da qualche mese, forse da un anno. Mentre percorro il perimetro di questa estranea, i pensieri si fiondano nella mente. Mi sento a disagio in questo posto da cui qualche mese fa sono scappata. Sento le voci della persona che amavo mentre urlava di dolore. Sono di fronte alla sua finestra e qui davanti pochi mesi fa caddi in lacrime. Dietro a quella finestra mi ha lasciato il mio angelo. Non mi sento più nel luogo in cui sono cresciuta, non vedo più le persone che mi hanno cresciuto, niente è più mio. In una delle stanze in cui ho giocato, ora non riesco ad entrare. I flashback mi fanno paura. Riesco ancora a sentire l'odore della camera ardente. Lo so, terribile da leggere, ma solo scrivendo posso pensare di tornare a chiamarla casa. Il muretto dipinto di rosso era diventato il rifugio di quel giorno che ricordo come se fosse ieri. Non ho più la mia casa d'infanzia. Non ci sono più i ricordi. Ci sono solo strascichi di una vita che non potrò più avere. Così c'è un altro luogo che è diventato mio. Ha il mare, la sabbia e le mie impronte stampate nei fondali. Da qualche parte c'è ancora quella me di mesi fa. Da qualche parte sono rimaste frasi di alcune mie canzoni e lacrime amare. Forse tornerò per superare quel giorno intorno a cui sta ruotando tutta la mia vita. Forse torneró tra tanti anni. Forse non ci tornerò mai. Ma ci sono stata. Ed ecco, quella è ancora casa mia.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: