ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 25 marzo 2017
ultima lettura lunedì 10 giugno 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Programma Tabula Rasa – Parte prima

di Poetto. Letto 384 volte. Dallo scaffale Fantascienza

Un misterioso programma segreto ha avvio. Un'arma di distruzione di massa viene innescata. Alcuni coraggiosi cercano di bloccarla...

Non si può immaginare l'inimmaginabile.

Mike non avrebbe mai immaginato che quel giorno tutta la sua vita avrebbe avuto un percorso diverso.

Il campanello suona, Mike guarda l'ora, sono le 22, non aspetta nessuno e si domanda chi possa essere.

Guarda dallo spioncino e vede un viso noto, è quello di suo fratello Carl, il quale ha un'aria stravolta.

Mike apre subito la porta.

  • -Carl?! Che succede?

  • -Ciao Mike. - Carl si guarda intorno e poi entra dentro chiudendo la porta dietro di lui.

  • -Allora? Stai male? Che... che succede?

  • -Vieni in cucina... devo dirti una cosa che non riesco più a portarmi addosso.

  • -Mi stai facendo preoccupare.

  • -Siediti mike. Allora... non so da dove incominciare.

  • -Cosa hai combinato?

  • -Sai dove lavoro?

  • -Hai fatto un casino a lavoro?

  • -Magari fosse quello! No!... no...il nostro gruppo di lavoro si occupa di ricerca genetica. Bene... voglio tralasciati tutti gli aspetti tecnici ma per capire cosa voglio dirti devo, per forza... abbiamo creato un'arma Dna ricombinante.

  • -Perdonami ma... scusa la mia ignoranza ma non capisco la pericolosità di questa cosa.

  • -Ti spiego. Con questo mostro siamo in grado di spazzare via tutti quelli che hanno un Dna simile. Ad esempio, se l'obbiettivo sono gli indiani, siamo in grado di infettare tutte le persone che hanno una combinazione genetica riconducibile agli abitanti dell'India.

Mike guarda il fratello perplesso, non riesce a capire bene cosa il fratello gli stia dicendo.

  • -Perdonami ma non... scusa ma di armi potenzialmente letali ne sono state fatte anche altre, prendi la bomba H, per dire. Non vedo il perché sconvolgersi a quest'ora della notte e andare a casa di parenti, agitandoli per un qualcosa che forse non verrà mai usata.

Carl guarda il fratello dritto negli occhi.

  • -Quest'arma è già operativa. Capisci cosa abbiamo creato? Un mostro!! Dio mio!

  • -Operativa? Carl... forse è meglio che prendi fiato e mi spieghi bene cosa sta succedendo.

  • -Allora, il nostro governo ha previsto uno scontro con i cinesi da qui a quattro anni al massimo. La situazione, a dispetto di quello che i mass media dicono, è molto tesa. Sei anni fa alcuni team di ricerca hanno messo appunto una ricerca in grado di selezionare e colpire con dei “prioni maligni” delle particolari categorie di persone. Questi prioni sono in grado di attivarsi lentamente, una volta attivati portano alla morte il soggetto nell'arco massimo di tre anni. Il nostro governo ha segretamente messo appunto il programma Tabula Rasa. Sei mesi fa ha dato il via a questo programma contro i cinesi. Sai cosa vuol dire questo?

  • -Cosa vuol dire?

  • -Vuol dire oltre un miliardo di morti.

  • -Cosa?! Ma è assurdo! Non può essere vero. Carl ma... ti pare che il nostro governo si metta a sterminare tutta quella gente? Non abbiamo mica Hitler... dai! No... non posso credere che sia vero. Ma tu come diamine fai a saperlo? Cioè è tutto così assurdo.

  • -Come lo so? Per il semplice fatto che una parte della ricerca l'ho fatta io con il mio gruppo. Senti quello che ti sto dicendo è altamente confidenziale. Se i servizi venissero sapere che ti sto dicendo queste cose...

  • -Mi sembra assurdo che il nostro governo possa sterminare oltre un miliardo di persone. Perdonami Carl ma, anche se sei mio fratello, non posso credere a questa storia. Eppoi dopo sei mesi, ammesso che sia vero, che fretta c'è di venire a casa alle dieci di sera.

  • -Ho scoperto solo questo pomeriggio che il programma è stato attivato. La cosa mi ha sconvolto e... lo so sembra tutto assurdo ma è tutto vero. Non ho i dettagli, non so come giustificheranno questa cosa, so soltanto che l'hanno messa in pratica. Da qui a tre anni, incominceranno a morire. Dobbiamo fare qualcosa.

  • -Dobbiamo?! Caspita Carl... che vuoi che faccia? Dico? A parte che mi sembra una storia assurda ma, sempre ammesso che sia vero, cosa vuoi che faccia? Cavolo Carl ma in che diamine di casino ti sei infilato? Lo diceva mamma che eri il più bravo, certo a metterti nei casini.

  • -Non mi stai rendendo facile le cose.

  • -Facile le cose?! Ma che diamine! Hai creato un mostro e ora? Tabula Rasa... Carl ora hai messo nei casini anche me e la mia famiglia. Prego il cielo che sia solo frutto di uno scherzo.

  • -No Mike, non è uno scherzo. Speravo più comprensione e più aiuto da un fratello. Ma che cavolo! Sei veramente un'imbecille!

  • -Ma che cavolo vuoi che faccia? Come posso darti una mano? Ricordi che lavoro faccio? Gestisco un bar... un bar. Eh diamine! Come pensi che possa aiutarti a bloccare questa cosa? Ammesso che sia vero, hai messo nella merda tutti noi.

  • -Vaffanculo Mike! Sei un'idiota!

  • -Scusa Carl... non voglio litigare con te. E' che tutta questa storia ha dell'assurdo.

  • -Hai ragione, perdonami! è che sono veramente stressato. Mike, mi sono ritrovato in mezzo a una cosa. Allora, i nostri gruppi lavoravano a compartimenti stagni, ogni membro del gruppo sapeva ciò che faceva ma non sapeva il risultato finale, o meglio lo sapevano solo i capoccia. A noi era stato detto che lo studio faceva parte di un programma di derattizzazione. Dovevamo fare uno studio di genetica localizzata, ossia individuare, con un errore massimo del 30%, il luogo di provenienza dei ratti in modo da selezionare ed eliminare solo quelli nocivi che infestano le città.

  • -Tu che prove hai che questa Tabula Rasa sia veramente partita?

  • -Il mio amico Albert ha scoperto tutto. C'erano delle incongruenze, delle cose che non tornavano in tutta questa storia. Troppi misteri e troppi segreti per un programma di derattizzazione e poi un uomo misterioso si è aggiunto al gruppo di Albert. Si è capito che non faceva parte di nessun gruppo di studio. Questo tipo è stato imposto dai responsabili del progetto ma, in pratica, non faceva nulla, guardava, scriveva, osservava.

  • -Come si è passati dai topi agli uomini? E, scusa se insisto, tu come fai ad essere certo di quello che affermi... stiamo parlando di una cosa assurda. Ti rendi conto?!

  • -Mi rendo conto si! Involontariamente ho contribuito a creare un mostro. Non è per quello che ho fatto la ricerca. Il mio scopo era quello di liberare le città dai roditori nocivi, non quello di ammazzare gente. Ora il mio scopo è quello di avvertire queste persone per cercare un antidoto e salvare più vite possibile.

  • -Chi è questo Albert?

  • -Albert è il responsabile del gruppo del blocco C. Ha trovato un file, o meglio ha cercato e trovato un file... non chiedermi come ma è riuscito a farne una copia e me l'ha fatta vedere questo pomeriggio in un internet point, vicino al Bar del lavoro. Secondo lui hanno messo appunto un antidoto per le persone europee e di origine europea, solo dopo aver messo appunto l'antidoto hanno dato il via al programma.

  • -Hai ragione, se quello che dici è vero dobbiamo fare qualcosa. Ma cosa?!

  • -Ancora non lo so. Eppoi penso che non ci lasceranno fare. Sicuramente i servizi stanno monitorando il tutto. Albert è stato molto circospetto, molto attento a farmi vedere le cose. L'ha detto a me perché sapeva che capivo di cosa si stava parlando e quale era il pericolo. Solo che io, ora come ora, non so bene come muovermi. Mike, dobbiamo trovare il modo di disinnescare questa cosa. Non possiamo permettere che questa cosa, questa Tabula Rasa arrivi a compimento. Aiutami Mike

  • -Carl. È tutto così assurdo. Va oltre la mia immaginazione. Oltre un miliardo di morti, ma ti rendi conto? Non lo so... cosa vuoi che faccia?

  • -Non possiamo agire alla luce del sole. Già le nostre vite, così come stanno le cose, possono essere in pericolo. Penso che dobbiamo organizzare una rete e trovare il modo di far arrivare le informazioni del programma Tabula Rasa ai cinesi.

  • -Pensavo che al bar, ogni tanto, viene un signore che un mio amico ha detto essere un dipendente del consolato cinese. Capisco che sia rischioso ma questo potrebbe essere un punto d'inizio, si potrebbe contattare lui e fornirgli la documentazione.

  • -Questa è una buona idea. Vediamo di fare tutta una serie di... la cosa è troppo grossa e da soli è di difficile gestione. Dobbiamo mettere in moto più gente possibile.





Commenti

pubblicato il lunedì 17 aprile 2017
Alexinfaa, ha scritto: Complimenti, bell'inizio di storia.

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: