ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 16 marzo 2017
ultima lettura sabato 20 giugno 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

L’incubo: una visione paralizzante

di VinRinxaldi. Letto 427 volte. Dallo scaffale Sogni

La paralisi del sonno assomiglia a un incubo cosciente, a occhi aperti, un terrore che squarcia la tranquillità del riposo e della notte. Chi ha provato qualcosa di simile non può non ricordarsene, non può non sentire il freddo e a.......

La paralisi del sonno assomiglia a un incubo cosciente, a occhi aperti, un terrore che squarcia la tranquillità del riposo e della notte.
Chi ha provato qualcosa di simile non può non ricordarsene, non può non sentire il freddo e angosciante alito della paura, la sensazione che sia appena brutalmente entrato (o uscito) qualcuno dalle fragili pareti del proprio rifugio privato.
Füssli ha reso celebre il fenomeno della paralisi del sonno, L'incubo è la perfetta rappresentazione del terrore, di una presenza forzata e non voluta, della violazione della sfera privata più nascosta e fragile: la psiche e il sonno, il luogo in cui vengono liberate le scorie della vita reale.

Il dipinto di Füssli rappresenta una donna che sogna e il soggetto stesso del sogno: il travaglio interiore della fanciulla fuoriesce dai confini in cui ci si aspettava fosse costretto e assume le fattezze di una creatura spaventosa, facendo percepire con prepotenza la sua presenza fuori e dentro del sogno. La vita reale e l'incubo si intersecano, si sfregano, si toccano. Fin quasi a sentirne il peso terrestre, superficiale, fisico.

Ma cos'è la paralisi del sonno? Si tratta di uno stato momentaneo di inabilità al movimento, caratterizzato dalla sensazione di avere un peso opprimente sul petto, di essere perfettamente svegli e in stato cosciente, da difficoltà nella respirazione e dalla paura di essere circondati da presenze inquietanti, non conosciute, estranee. Riuscite a immaginare un modo migliore per raccontare in olio su tela questa sensazione e farne percepire, sentire il peso?

<img src="https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/5/56/John_Henry_Fuseli_-_The_Nightmare.JPG" border="0" alt="Fussli - ightmare" hspace="-1" vspace="0" width="500" height="380" />

È difficile stabilire cosa abbia ispirato Füssli nel realizzare questa rappresentazione, le esperienze di incubi e sogni a occhi aperti erano stati una costante di alcune mitologie (come quella germanica). Le fattezze mostruose del peloso incubo accomodato sul petto della giovane fanciulla sembrano infatti strizzare l'occhio a miti di tempi lontani, tornati in voga in un'epoca fortemente sedotta dal fascino dello spiritismo e del paranormale.

Il mostro seduto sulla ragazza è la perfetta (s)personalizzazione dell'incubo, una creatura insieme terrificante e grottesca particolarmente simile ai gargoyle di gotica memoria.

Questo quadro è una delle più perfette rappresentazioni della contemporaneità: la donna è la natura, il misterioso gargoyle visione umana del futuro.


Approfondimenti:

Che cos'è la paralisi del sonno
Paralisi del sonno: svegli ma paralizzati, a volte con le allucinazioni. La scienza svela il mistero dei "fantasmi" notturni
Incubo (Füssli)
Il fenomeno della paralisi nel sonno: interpretazioni folkloriche e ipotesi recenti
Incubi e terrore paralizzante: la verità sulla paralisi del sonno





Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: