ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 3 marzo 2017
ultima lettura domenica 28 aprile 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Una vita in uno zaino

di Giangi. Letto 180 volte. Dallo scaffale Viaggi

Metto nello zaino ciò che rimane della mia vita. Quella chitarra sgangherata che doveva farmi diventare una rockstar. Il libro che racconta di un emarginato con un lupo bianco, che dopo essere stato tradito è diventato un re. Le risate fa...

Metto nello zaino ciò che rimane della mia vita.

Quella chitarra sgangherata che doveva farmi diventare una rockstar. Il libro che racconta di un emarginato con un lupo bianco, che dopo essere stato tradito è diventato un re. Le risate fatte con i pochi cari amici rimasti. Tutte quelle storie che ho scritto pensando fossero capolavori, ma che per anni sono rimaste rinchiuse nella cella delle mie paura.

Metto tutto le cose che mi hanno insegnato i miei genitori. Mi hanno insegnato a cucinare, a costruire una porta con un solo pezzo di legno, a voler bene alla famiglia oltre ogni incomprensione. A cadere fino a rompersi tutte le ossa del corpo sapendo di avere la forza di guarire e tornare più forti che mai.

Metto tutte le volte che una ragazza mi ha rubato il cuore. Una di loro ha sempre pensato fossi un eroe, ma il destino non ci ha dato il tempo di essere sinceri. La biondina aveva troppo paura di se stessa, tanto da farne avere a me di lei. Di Becky non ricordo neanche il viso da quanto è stato breve il nostro amore. Un'altra era matta come un cavallo e nella sua pazzia ha portato via un sacco di cose a cui tenevo veramente, per un momento ho pensato di essere io il pazzo. Olli ha avuto il coraggio di essere se stessa, ma la distanza non ci ha aiutati.

Metto il ricordo di chi mi ha voluto veramente bene, di chi ha deciso di andarsene dopo un mio abbraccio…sarà per sempre il ricordo più brutto e più caro che porterò nel cuore.

Metto tutti i segni che sono rimasti sul mio corpo dopo aver lottato e non essere riuscito a vincere. Le cicatrici, i tatuaggi, le delusioni.

Per ultima cosa metto il sorriso di quella bambina che somiglia incredibilmente a mia sorella e che con il suo modo di dimostrarmi che mi vuole veramente bene mi ha reso una persona migliore.

Faccio fatica a chiudere lo zaino, è pieno. Ma di queste cose non posso proprio farne a meno.

Sono pronto ancora una volta a prendere un aereo e partire verso l'illusione che nel luogo dove andrò potrà esserci la felicità che cerco. Non rendendomi conto che sono tutte le cose che ho messo dentro lo zaino a rendermi veramente felice.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: