ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 26 febbraio 2017
ultima lettura lunedì 21 ottobre 2019

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

New Life- Cap 2

di ItachiUchiha1309. Letto 219 volte. Dallo scaffale Fantasia

Quando Lathos mi portò alla gilda cercai di memorizzare il più possibile le strade, con punti di riferimento e tutto...La città era fantastica, era come quelle che potevi vedere nei libri di storia, lo stile delle case era quello m...

Quando Lathos mi portò alla gilda cercai di memorizzare il più possibile le strade, con punti di riferimento e tutto...

La città era fantastica, era come quelle che potevi vedere nei libri di storia, lo stile delle case era quello medievale, ma c'èra traccia anche di materiali e forme della casa che non erano presenti anche nel mio mondo d'origine.

Le persone che camminavano per strada erano per lo più bambini con mamme, anche qualche uomo di tanto in tanto, la lingua che parlavano era quella che parlavo io, ovvero quella giapponese, ma potrebbe anche essere solo magia di comunicazione su lunga scala mi disse per strada Lathos, quindi se parlavo con una persona di questo mondo in una zona disabitata da molto tempo nessuno mi capirebbe? ma non avevo voglia di saperlo.

Le torri che si ergevano dalle mura che ricoprivano la città erano tutte fatte di un materiale nero e grigio splendente, Lathos mi disse che il materiale usato per costruirle era la nerite... era abbastanza resistente diceva.

"eccoci arrivati giovanotto... Questa è la gilda boccale d'argento, spero che ti unirai a noi e troverai tutte le risposte che cerchi.

Ah giusto... digli che sei sotto la mia custodia, provederanno a fortirti il materiale per sopravvivere, abitante dell'altro mondo"

già... gli avevo detto tutto, che venivo da un altro mondo e non avevo la minima idea di come ero finito qui.

Mi parlò anche delle magie di vario tipo, ma raccontarle tutte in una volta potrebbe portarvi alla morte, a quanto pare oggi ci sono andato vicino due volte, una quando mi sono teletrasportato qua e l'altra nelle sue spiegazioni, per quanto provavi a dargli retta per una persona come me sarebbe solo un gioco;

Il portone della gilda era tutto di legno, era alto 4 metri e grosso intorno ai 6-7 metri, invece l'esterno della gilda sembrava un castello, aveva tutto ciò che serviva per poterlo definire castello medievale, mattoni, e pietre opache rivestivano le pareti

L'interno è molto ben curato, i pavimenti di legno e cemento, le mura di mattone argenteo e dal soffitto pende un candelabro tutto d'oro; ero veramente emozionato nel vedere tale spettacolo dal vivo e non da un gioco o un film.

Molte occhiate erano rivolte a noi due, che eravamo appena entrati dentro alla gilda, molti tizi più vecchi del mio compare bevevano birra o altro da un boccale d'argento... ecco da dove arriva il nome penso.

"Heeeeyy Lathos, hai portato due braccia in più?!?"

Un tizio tutto ricoperto di pezzi di metallo che usava come armatura urlò attirando tutti gli occhi delle persone nella stanza.

" ehhhh giàà, questo qui ha bisogno d'aiuto perciò per ora le mani diamogliene noi... forza presentati"

"S-si...Mi chiamo Hitan, ho 15 anni e provengo da un'altro mondo"

dissi con voce tesa, pensavo che solo Lathos poteva credermi e invece molti mi guardarono più seriamente e annuirono, forse non era la prima volta che era successo qualcosa di simile.

" mmmhhh... un nuovo arrivato, pure un novellino nell'arte del combattimento e neanche troppo atletico ( ha parlato il grassone, pensai).... ok prima di tutto vogliamo vedere le tue abilità nel combattimento"

combattimento?sul serio?

nel mio mondo ero capace a malapena di usare un coltello per tagliare il pane, ma armi come spade o spadoni ero sicuro di non riuscire a tenerle nemmeno in mano, ma comunque provare non costa nulla no? credo.

" non ho mai usato una vera arma in vita mia perciò non saprei cosa dire... comunque una spada va bene"

penso di aver detto cose senza senzo... ma che mi prende??

" AHAAHAHAHAH"

Molti cori di risate si propagavano nella stanza, facendomi aumentare la mia tensione, le mie mani erano tutte sudate, per non parlare dei pizzichii nella schiena che sembravano infiniti.

" vedo che abbiamo una principessina qua... va bene prendi la mia spada e fammi almeno un graffio, io ti devo solo disarmare... pensi di farcela?"

solo questo? penso che con una spada non ci vuole molto a fargli un graffio, anche per me doveva essere abbastanza facile;

Il tizio che mi sfido era abbastanza grassotello, la sua barba era molto folta e la sua armatura era tutta ammaccata.

" P-penso di si..."

" Ok allora, prego prendi"

Ma che cazz? ha preso la sua spada e l'ha lanciata in aria, pensavo che mi avrebbe decapitato sul colpo, devo ringraziare lathos che la prese al volo e me la passò gentilmente... che brav'uomo.

" AAHAHAHAHAHAHAHAHA"

Un altro coro di risate... questa volta mi sentivo veramente in imbarazzo.... che vergogna.

Impugnai bene la spada e mi lanciai contro l'avversario che sparii senza che me ne accorgessi... era velocissimo nonostante avesse un be pò di pancia, dopo qualche millisecondo me lo trovai davanti e con un colpo netto mi spazzò via la spada dalle mani.

"ahahahahahahah"

un altro coro di risate... A quanto pare sono proprio una schiappa eh?

" sei stato velocissimo, non sono riuscito neanche a vederti."

già... era stato rapido come un fulmine;

" a quanto pare avremo molto lavoro in più con te...mmhhh....già molto lavoro"

disse Lathos mentre mi schiacciava il braccio per vedere se almeno avevo qualche muscolo, ma non rimase soddisfatto...

Ormai questa è la mia nuova vita, farei meglio ad accettarla senza troppe domande... infondo qualcosa del genere l'ho sempre desiderato e ora posso fare qualcosa nella mia vita che potrà rendermi fiero di me stesso, spero.




Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: