ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato lunedì 13 febbraio 2017
ultima lettura domenica 18 ottobre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Rivivere

di Anitram. Letto 570 volte. Dallo scaffale Amore

La tristezza di una vita che si sta abituando alla tua mancanza. I pensieri che si addossano e non ti lasciano passare, perché io sto accettand...

La tristezza di una vita che si sta abituando alla tua mancanza. I pensieri che si addossano e non ti lasciano passare, perché io sto accettando, sto accettando che non ci sei più. Il ricordo che smette di riaffiorare, che è stanco di ripetersi, che vuole chiudersi in quella scatola del passato. Il pensiero di aver perso il periodo più bello della vita. Le strade che si intraprendono che si allontanano da quei video così lontani di quando ero bambina. Sei qui, vicino e lontano, nel mio corpo e nella mia testa, nel mio cuore, nella mia anima, ma più ti sento parte di me e completamento della mia essenza, meno ti ricordo con nitidezza. Solo i sogni mi lasciano rivederti. Il tuo sorriso. I tuoi occhi neri. Nessuno ha mai conosciuto davvero la tua enorme simpatia. Nessuno sa che sapevi vivere con divertimento. A me bastava la semplicità di una vita con te. Dei pranzi insieme, delle carezze , della tua protezione, delle lacrime. Avevi momenti di depressione per la malattia che ti portava.via, ma ridevi e cantavi. Cantavamo " se telefonando io potessi dirti addio" tu nella versione di Mina e io nek, simbolo di un passato che veniva sostituito da qualcosa di nuovo. È stata l'ultima volta che hai cantato con me, l'ultimo lungo nostro discorso. La.canzone che invece ha segnato quelle giornate della tristezza più buia e amara le ricordo con send my love, di Adele, perché ho cercato di mandarti tutto il mio amore, ma la malattia ti ha portato lo stesso via, e ora rivivi nelle parole, negli sguardi con mio padre in un mondo di cui non ne fai più parte.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: