ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 9 febbraio 2017
ultima lettura giovedì 20 giugno 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

"17 Novelle Bizzarre + 1" (12° Novella)

di JohnMcDillan. Letto 231 volte. Dallo scaffale Fantasia

 "Il Giullare Fa La Sua Comparsa..." [02:02 a. 10/08/2015](di John McDillan)Mentre tutti si incamminavano verso l'interno della Fiera del Bizzarrismo, ecco...Una risata malignofica fuoriusciva da degli altoparlanti...Altoparlanti bi...

"Il Giullare Fa La Sua Comparsa..."
[02:02 a. 10/08/2015]

(di John McDillan)

Mentre tutti si incamminavano verso l'interno della Fiera del Bizzarrismo, ecco...

Una risata malignofica fuoriusciva da degli altoparlanti...

Altoparlanti bizzarri, dato che si avvicinavano alla folla aventi delle ali che si sbattevano con fatica simili a quelle delle farfalle veneziane rosa rame...

Questi altoparlanti diffondevano una risata acuta e irrefrenabile...

"AAAAAAAHHAHHAHAHAHAAAAAAHHHAHAHAHAHAHHAARRRRRRGGGHHHH!!!"

Tutti erano spaventati e avevano un acuto timore...

Quella risata non prometteva bene...

Fumogeno.

Panico.

Una sagoma entra in mezzo alla folla viscidamente, quasi come un ombra che strisciasse...

"AAAAAAAHHAHHAHAHAHAAAAAAHHHAHAHAHAHAHHAARRRRRRGGGHHHH!!!"

E continuava a ridere, non fermandosi nemmeno di fronte a dei forti colpi di tosse stizzosi che il fumo gli provocava...

L'incarnazione della "Paura Umana" era in mezzo alla "Felicità Pura".

No, non era alcuna incarnazione del male.

Della "Paura".

Quell'essere magro, quasi scheletrico, dalla faccia bianca e rugosa...

Dal naso appuntito e dagli occhi macchiati di fuliggine si nascondeva nel fumo, iniziando a parlare da un microfono che trasmetteva la sua voce in maniera formicolosa...

"AAAAAAAHHAHHAHAHAHAAAAAAHHHAHAHAHAHAHHAARRRRRRGGGHHHH!!!

"Vi piace il mio cappello giallo da biricchino, è in tinta col mio vestitino-hahahahahahahahahahahahahahaaaaaaaaaarrrrrrrrgghhhhh!"

"Chi sei, essere spregevole?"

Disse uno dei tanti normaloidi lì presenti.

"Aaaahhaaaahhaaa...io sarei lo s-pregevole?

Guarda che di "pregi" ne ho più di un re..."

"Vai via!

Tu stai disturbando un momento di felicità!"

"Zitto normaloide!

Hai interrotto la mia espressione graziosaaaaahahahahahahahaahaaaaarrrrggghh!!!"

"Smettila di ridere pagliaccio!"

Disse un bimbo normale nella folla...

"I-io, non sono un pagliaccio...

Sono un Giullare, chiaro...?

Tutta un'altra storia caro fanciullo, un'altra storia!"

"E quali sarebbero i tuoi pregi, essere spregievole?"

"Ohohohooo...

Un interessato alla mia spiegazione!

Date sette cammelli a quell'uomo!

I miei "pregi" ti salvano la vita, normalino dei miei stivali con i campanacci!

Se non hai Paura di bruciarti, metti la mano sul fuoco e ti scotti!

Questo è il punto e pure la virgola!

AAAAAAAHHAHHAHAHAHAAAAAAHHHAHAHAHAHAHHAARRRRRRGGGHHHH!!!"

La folla lo vedeva disgustata, inorridita...

"Ringrazia, normaloide!

RINGRAZIA!

TI HO DETTO RINGRAZIA!

AAAAAAAHHAHHAHAHAHAAAAAAHHHAHAHAHAHAHHAARRRRRRGGGHHHH!!!"

"Tu sei un mostro!"

"Io, mostro?

"E i miei amici Bizzarri che sono, le fatine della bontà?"

"Che hai a che vedere con i bizzarri?"

"Oh, bella domanda, date una medaglia a quell'uomo, anzi togliete i cammelli a quell'altro e dategli i cammelli e la medagliaaaahahahhahahaaaaahhahaaarrrrggggghhh!

IO-IO SONO UN BIZZARRO!

LA PAURA È BIZZARRA! AAAAAAAHHAHHAHAHAHAAAAAAHHHAHAHAHAHAHHAARRRRRRGGGHHHH!!!"

Un normaloide dalla folla gli lanciò una bottiglia rotta di vetro mentre il Giullare si abbandonava a forte coliche risatarie.

Il Giullare se ne accorse in tempo.

Si scansò.

Si aggiustò il buffo cappello gingillato di campanellacci e disse al suo aggressore:

"Se hai paura, mai usare la violenza...

Con la vio-lenza e basta, non si ottiene nessun pesce...

Usa la vio-esca!

E intanto...

ESCA DALLA MIA VISTA GNOMO DI COMPRENDONIO!!!

AAAAAAAHHAHHAHAHAHAAAAAAHHHAHAHAHAHAHHAARRRRRRGGGHHHH!!!"

"Folla, non aggreditelo!

Non scendiamo al suo livello...

Sentiamo, essere ignobile...

E dove sarebbe il tuo stand all'interno della fiera?

Se tu fossi realmente un bizzarro ne avrai sicuramente uno..."

"Aaah...

Domanda-Risposta-Domanda-Risposta...

La risposta è...

Sì!

Ho il mio caro stand e si trova nelle vostre teste spaventate!

Alloggio in voi ventiquattrore su ventisette!

"Vai via, per favore!

Non c'è posto per esseri come te!"

"Veramente, tu sei a casa mia, normaloide...

Sono io che dico "vattene se non vuoi ascoltarmi""...

AAAAAAAHHAHHAHAHAHAAAAAAHHHAHAHAHAHAHHAARRRRRRGGGHHHH!!!

Oh...aaahaaahh...aspetta, aspetta, aspetta...

Mi sa che devo farvi vedere che so fare!

Chi si fa avanti?"

"Io".

Disse un uomo...

"Come ti chiami?"

"Séraphin McCold".

"Aaaaaahh...bene, Séraphin...

Sei quello che ha respinto l'invito di Cody...

Non è così?"

"Si...ma poi ho cambiato idea..."

"Favoloso, Séraphin, favoloso...

Dimmi...

Hai paura di perdere ciò che hai riacquistato oggi?

(Sappiamo io e te cosa hai riacquistato oggi...eeehhh...)"

"Si".

"Hai vergogna di aver paura?"

"No".

"Ben detto...

Eeeeh, sentiamo...

Secondo te, perché esisto?"

"Secondo me, esisti per non vivere perennemente con te".

"Giusto!"

Le folle non capivano...

I Bizzarri, sì.

"Aaallora, Séraphin...

Tu sei un Bizzarro e non lo sai!

Ottimo...!

Beato lui, gente...

Beato lui, ora.

Adesso, ho quattro chiacchiere domandose per voi, amici miei Bizzarri...

Abbiate paura.

Si, abbiate paura di tornare normali...

Persone comuni.

Inutili.

Persone che vivono e basta.

Gioite per chi diventa Bizzarro...

Ma guai a chi non ha avuto timore di tornare indietro!"

I Bizzarri annuirono col capo.

"Pruuuufffff-hahahahahahahahahaaaaagghhh!

Che avete ancora da guardare Normalozzi?

Sapete che voi non esistete?

Voi, alla fine siete dei burattini intrappolati in un lib..."

SWOMP!

"Scusate, mi è scappato..."

Un ragazzo incappucciato, irriconoscibile per mezzo della foschia, succhiò il Giullare in un libro e disse:

"È un personaggio del mio libro che è fuggito...

Scusate il disturbo!"

E corse velocissimo all'interno della Fiera, senza farsi vedere da nessuno.

"Puhahahahahahahahaha!!!"

I normaloidi scoppiarono a ridere, e dissero:

"Quel tipo era frutto dell'immaginazione e voleva spaventare a noi, reali?

Hahahahahahahahahahahahaha!"

Séraphin e i Bizzarri, scossero la testa in basso, avendo capito l'amara verità...

Ma d'altronde...

Loro lo sapevano già.

E vivevano felici.

Lo stesso.

"AAAAAAAHHAHHAHAHAHAAAAAAHHHAHAHAHAHAHHAARRRRRRGGGHHHH!!!"

Fine.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: