ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 9 febbraio 2017
ultima lettura sabato 15 giugno 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

"17 Novelle Bizzarre + 1" (11° Novella)

di JohnMcDillan. Letto 275 volte. Dallo scaffale Fantasia

 "Il Cielo Di Londra & Il Venditore Ambulante Di Consigli Usati..." [18:53 p. 08/08/2015](di John McDillan) BOOM!SWOOOOOOOSSSSSSHHHHH!KA-BOOOOM!I "Fuochi Di Sacrificio" dominavano il cielo di Londra.Ogni scia lumi...

"Il Cielo Di Londra & Il Venditore Ambulante Di Consigli Usati..."
[18:53 p. 08/08/2015]

(di John McDillan)

BOOM!

SWOOOOOOOSSSSSSHHHHH!

KA-BOOOOM!

I "Fuochi Di Sacrificio" dominavano il cielo di Londra.

Ogni scia luminescente lanciata in cielo creava fantasie indianizzate dai greci albini...

Scie già fumate, pro-fumate ed estroverse.

Incenso, menta e zafferano...

I profumi si infilzavano nelle narici dei presenti come sette triliadi di lance scagliate contro un obiettivo inamovibile ed inerme:

Lo Stupore Fanciullesco Del Genere Umano...

Tutta la città si illuminava a suon di fuochi...

BOOM!

SWOOOOOOOSSSSSSHHHHH!

KA-BOOOOM!

Africa, Oriente e albe notturne...

Pulsava vita nel cielo morto di Londra...

Che creava a sua volta Vita, Vita e ancora Vita nelle Vite degli altri...

BOOM!

SWOOOOOOOSSSSSSHHHHH!

KA-BOOOOM!

Tutti gli spettatori avevano le loro facce immerse nel cielo, in apnea...

Cody e Joe Eastwood non fecero eccezione...

Erano incantati, immobili...

Ma nelle loro emozioni gli ci ballava libero l'universo intero o il pluriverso, chissà...

BOOM!

SWOOOOOOOSSSSSSHHHHH!

KA-BOOOOM!

Piangevano dalla gioia!

Si, piangevano...

Cody e Joe Eastwood non poterono che abbracciarsi tanto dalla forte felicità che gli braciava delicatamente nei loro cuori...

Entrambi erano diventati da poco dei Bizzarri...

Bizzarri.

Vi rendete conto?

Quindi, il Mangiavetro gli disse:

"Ragazzuoli, accendete il vostro fuoco...

Siete dei bizzarri ora, ne avete il diritto!

Suvvia, fate come me!"

Accesero dunque il fuoco assieme.

BOOM!

SWOOOOOOOSSSSSSHHHHH!

KA-BOOOOM!

Il loro contributo fu il più particolare di tutti...

Era formato dalla cultura africana di Cody e dalla inimmaginabile immaginazione di Joe.

Tutti gli osservatori si stringevano affettuosamente, con tenerezza...

Si sentirono tutti come fratelli di una sola madre...

Regnavano la speranza, i ricordi e le emozioni...

I bambini si sentivano protetti nella silenziosa confusione.

Il cielo si vestì pian piano di un nero più profondo e inaccessibile...

Ogni sorriso, un "Fuoco Di Sacrificio"...

Ogni "Fuoco Di Sacrificio", un sorriso...

E la dolcezza di quei rumori, quei rumori vellutati...

Coprivano lo strazio di quei sibili spaventosi che si lascia sfuggire generosamente la vita...

Quei silenzi che non ti spieghi.

Improvvisi.

BOOM!

SWOOOOOOOSSSSSSHHHHH!

KA-BOOOOM!

Al terminar dei fuochi, la gente non andò via.

Anzi.

Continuava ad ammirare il cielo.

La sera stava entrando silenziosa e timida nei corpi di tutti.

Le stelle cominciarono a sfilare davanti agli occhi increduli del mondo...

E la Luna, osservava fiera in disparte.

Mentre questa scena si leggiava nei pensieri di tutti, settantotto violinisti cominciarono a suonare, non assieme, ma uno per volta, dando luogo ogni tanto anche al silenzio...

La musica ondeggiava sinuosamente nella folla senza dar fastidio...

Il suo suono però, non predominava...

La "Musica della Felicità" si faceva sentire forte, invece...

Era talmente rumorosa e assillante che non si ascoltava con le orecchie...

Ma con gli occhi.

Tutti erano felici, e lo potevi sol vedere, poiché erano tutti in silenzio.

Un Bizzarro però, notò una persona che non era del tutto felice...

Era un "Felice a Cottimo"...

Quindi disse a quell'uomo:

"Devi far silenzio senza stare in silenzio per captarla...

Aaah, la Felicità...

Essere sublime, leggendario".

"Eh già...

Chissà dove si trova..."

Disse l'uomo felice, ma non abbastanza.

"Devi parlare ascoltando...

Ricevere donando...

Aspettare facendo...

Ed essere libero di essere uno schiavo..."

Disse Il Venditore Ambulante Di Consigli Usati.

("Così il padrone lo scegli tu, perché sempre schiavo di qualcosa o qualcuno sarai...

Almeno te lo scegli bene!")

Gli sussurrò con la mano davanti alla bocca, vicino all'orecchio, in modo da non farsi sentire dagli altri.

"Insomma, mi stai dicendo che la Felicità è nascosta tra queste fasi discomunicanti della nostra Vita..?"

"SNÌ..."

"Eh?"

"Percepiscilo da solo, caro".

"Forse non ho afferrato il punto allora..."

"Ovvio...

Sei un normaloide..."

"Un normaloide..."

"Già".

"Sono qualcuno, e non lo sapevo".

"Già al quadrato".

"Quindi...posso fare qualcosa per dare una svolta alla mia vita visto che sono Qualcuno..."

"Già al cubo".

"Io voglio essere felice...

Voglio essere Felice con la "F" maiuscola!"

"Si normaloide, puoi!"

"Allora lo sarò!"

"Lo sarai!"

"Io sono Felice!"

"Tu sei Felice!"

"Cambierò il mio nome all'anagrafe:

Mi chiamerò Felice!"

Al ché il bizzarro si fermò.

Mise la mano dietro al capo e pensò:

"Poi dicono che i bizzarri siamo noi...

Fa che lo siamo tutti?"

Diede dunque lo scontrino fiscale per il suo consiglio mal interpretato.

Venne pagato con un sorriso e cinquanta...

(Si, questo è il prezzo per un consiglio...)

Quindi, tornò al suo stand prima che tutti tornassero all'interno della fiera dicendo a se stesso:

"Il mio consiglio, l'ho dato...

L'ha mal interpretato ed è Felice lo stesso...

Contento lui, contenti tutti...

Contenti tutti, contento io".

Fine.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: