ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 28 gennaio 2017
ultima lettura venerdì 11 gennaio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

La pallina

di khepri65. Letto 467 volte. Dallo scaffale Fiabe

Durante una tranquillissima giornata di lavoro in negozio, mi sono trovata ad assistere ad una scena molto carina che si è svolta intorno al distributore a monete di pupazzi," The Big One" che si trovava proprio di fronte a me. Mi appresto a narrare

L’addetto alla sala giochi si avvicina con aria svogliata al distributore a gettoni di pupazzi. Ha il carrello pieno di nuovi personaggi, che con i loro sorrisi disegnati attendono inermi di raggiungere i loro compagni all’interno del box:”the big one”…L’uomo apre la
porticina ed inizia a svuotare i grandi sacchi di nylon dove Doraimon, Peppa Pig, l’ispettore Zenigata ed una gigantesca rana Kermit sono pronti per essere pescati come premio al più fortunato. Ma ecco che dal carrello cade qualcosa…è una pallina, lucida e rossa…
Cade e rimbalza e dopo un attimo di esitazione inizia a rotolare a causa della leggera pendenza del pavimento del centro commerciale. Alla pallina non sembra vero:”che sia questa la libertà?” E dove potrebbe andare una pallina rossa tutta sola…Di colpo viene distolta da questo pensiero dal calcio di un ragazzo che la
incontra sulla sua strada. Lo slancio la fa rimbalzare sulla luminosa “The big one”, dove l’addetto continua a mescolare peluche senza curarsi della fuggiasca. Ma complice nuovamente la pendenza del pavimento, la pallina ritorna a rotolare, questa volta cambiando direzione. Alcuni passanti la notano e scansano la sua corsa finchè una bambina, infagottata da un vestitino da bambola, tira la mano della mamma per farle vedere la
pallina.
“Potrei giocare insieme a lei” pensó la pallina, “sarebbe bello, questa potrebbe essere la libertà”.Ma la mamma della bambina, troppo presa dai suoi pensieri le lancia solo una breve occhiata e prosegue a passo spedito.
Un uomo nel frattempo le sferra un’altro calcione:”Sono una pallina rossa, che diamine, mica un pallone di cuoio!”
Il calcione dell’uomo la spedisce dritta sotto alla The big One dove il tizio adesso sta svuotando i raccoglitori di monete. Due euro per tentare la fortuna…il marchingegno è temporizzato e rilascia un pupazzo ogni tanto, suscitando grida ed applausi da parte dei vincitori.
La pallina ricomincia a rotolare, e la sua breve corsa termina a metá del corridoio. “Se la libertà è questa, io non la voglio, non credo mi piaccia poi così tanto” pensó la pallina delusa ed amareggiata. Finchè all’improvviso, da dietro l’angolo, spunta un cane dal lungo e morbido pelo Gli occhi avidi e vivacissimi l’avevano già puntata, ma la stretta della sua proprietaria non gli aveva permesso di avvicinarsi a quel gioco così interessante. Dopo una prima titubanza della ragazza col guinzaglio finalmente all’animale è permesso avvicinarsi alla pallina, e con una delicatezza ben più che umana il cane afferra l’ambito premio. Trotterellando si allontana, sotto gli occhi ignari dell’addetto alla The Big One, felice di quella grande conquista.
“Giocheremo insieme nei prati, e credo che sì…mi piaccia la libertà!"



Commenti

pubblicato il venerdì 3 febbraio 2017
Calatia, ha scritto: Simpatica storia, semplice e genuina!
pubblicato il sabato 4 febbraio 2017
khepri65, ha scritto: grazie Calatia, è ciò a cui ho assisitito...
pubblicato il giovedì 23 febbraio 2017
Hiroshi84, ha scritto: Ciao khepri65, innanzitutto ti ringrazio anche da qui per aver speso un pò del tuo tempo nel leggere e commentare qualche mio racconto. Visitando il tuo profilo, noto che hai scritto un bel pò di racconti e ho deciso di iniziare da "La pallina" Il ritmo incalzante e con un finale inaspettato, finisce sul più bello ma è facile immaginarne il felice prosieguo. Questa tua scrittura diretta e semplice si rivolge sia ai piccoli e sia ai grandi, anzi proprio quest'ultimi qualche volta dovrebbero cercare di ritornare all'ingenuità dei bambini. Se hai scritto altre fiabe...con molto piacere vorrei leggerne altre :-). Mi piacerebbe immaginare che il mio Ricky (ho uno Spitz tedesco medio di tre anni) sia molto felice con la sua pallina verde e...anche quest'ultima lo sia. Ho notato che scrivi anche su Neteidor, anch'io sono iscritto li e ti faccio copia e incolla del commento che ti ho appena scritto. Farò la stessa cosa anche con gli altri racconti, sempre se ricompaiono sul già citato altro sito. Brava!

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: