ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 28 gennaio 2017
ultima lettura lunedì 23 novembre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Tempo

di khepri65. Letto 444 volte. Dallo scaffale Pensieri

Quando i medici mi dissero che per mia madre non restava più molto tempo, ciò che ho temuto di più è stato di non avere abbastanza tempo. Tempo per rimediare, per prepararmi e per accettare. Così ho immaginato un'ipotetica conversazione con la Morte

Ciao, so chi sei e cosa sei venuta a fare”

Ciao, si, sono qui per voi”

” Sei venuta per portarla via?”

Non ancora,son venuta per darti tempo.

Tempo per ricordare.

“Per ricordare cosa?”

Per ricordare il rumore dei pedali quando al mattino ti portava all’asilo in bicicletta, seduta sul retro della Graziella, col tuo grembiulino bianco e il cestino in mano, i capelli raccolti in due codini e la faccia imbronciata. O le canzoni che ti cantava in auto mentre ti portava alla scuola di danza, in quei lunghi tragitti nel buio della sera o nella fitta nebbia autunnale. Sempre le stesse che ormai conoscevi a memoria, ma che ogni volta le chiedevi di ripetere.

Son qui per ricordarti il sapore del pane imburrato che ti preparava a colazione in quelle fredde mattine prima di andare a scuola in cui tu assonnata facevi tutto di corsa perché ti eri attardata nel letto per goderti l’ultimo calore delle coperte.

E che dire del profumo della marmellata di more che invadeva la cucina in quei pomeriggi settembrini, in cui facevi i compiti e lei col grande cucchiaio di legno rimestava per ore nella casseruola e tu golosa cercavi di assaggiarne un po’ ancora calda e fumante?”

E il pigiama adagiato sul calorifero affinché fosse caldo al momento di indossarlo? Si , è vero, me lo ricordo tutto questo, vivido come se fosse ieri, e che bel senso di CASA che aveva!”
“Visto? Ogni tanto fa bene ricordare. Sarebbe da fare spesso, ricordare le cose belle tralasciando rabbia e rancore. Perché fa bene a tutti e ti rimette in pace.” E ricorda che se ora tu stessa poni queste attenzioni verso le persone che ami è perché lei te le ha trasmesse ed insegnate.”

“Grazie per questo tempo!”

“Voi esseri umani sprecate molto del vostro tempo in cose assolutamente inutili, o ne dedicate troppo a ciò che ne richiederebbe meno.

Quanto prezioso diventa il tempo quando sai che sta per scadere? E quanto poco spazio lasci alle cose sterili per darne a quelle belle e piacevoli?

Una risata, un gioco, una gita fatta insieme, un viaggio, un progetto.”

” Si, nella vita ci portiamo dietro dei bagagli pesanti che a un certo punto dovremmo lasciare per strada, e più alleggeriti proseguire con maggiore serenità e consapevolezza. Alla fine del viaggio vorrei che fossero più le cose belle di quelle brutte a pesare sul piatto della mia bilancia, e non voglio zavorre a frenare il mio cammino.”

” Bene, ora che hai capito vai e non sprecare tempo…..è questo che sono venuta a dirti”



Commenti

pubblicato il sabato 28 gennaio 2017
theLunatic, ha scritto: Il tempo è la vera ricchezza della vita a volte lo dimentichiamo e lo sprechiamo per rincorrere il nulla rischiando di diventare nulla noi stessi! Dolcissimi ricordi narrati con il cuore! Grazie!
pubblicato il sabato 28 gennaio 2017
khepri65, ha scritto: grazie a te...
pubblicato il giovedì 23 febbraio 2017
Hiroshi84, ha scritto: Questo racconto mi ha fatto riflettere non poco, mi è piaciuto ed hai rappresentato in maniera valida il concetto. Questo componimento lo reputo una pillola di saggezza sul sempre interessante tema del tempo, elemento fondante della nostra esistenza. Non si scherza con il tempo. E chi non la Morte sa meglio simboleggiare l'inesorabile trascorrere degli instanti. Perdere una mamma che tra le tante ti ha trasmesso dei preziosissimi insegnamenti...è troppo doloroso. Mi ha fatto riflettere anche sul fatto che effettivamente basiamo e dedichiamo gran parte della nostra esistenza alle cose futili, e non ci rendiamo conto che le persone care rappresentano il senso della nostra esistenza. Ad esempio proprio una mamma. Oggi c'è e domani non si sa. Molto brava e i miei più sinceri complimenti.

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: