ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 25 gennaio 2017
ultima lettura martedì 26 maggio 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

2

di AnneX. Letto 516 volte. Dallo scaffale Pensieri

Non c'era modo di capire.Questi inizi in medias res, questi spezzoni inconclusi, e il perpetuo temporeggiare celavano affannosamente la sua incapacit&...

Non c'era modo di capire.
Questi inizi in medias res, questi spezzoni inconclusi, e il perpetuo temporeggiare celavano affannosamente la sua incapacità di scrivere una storia completa.

Le cose scorrevano troppo veloci, e la sua resa non era abbastanza incisiva.
Come rendere quell'infinità di sfumature a parole?
Il linguaggio, che interessante ossessione!

Osservava il fumo vagare inconsistentemente nell'aria, e pensò al silenzio.
La necessità di una storia. Perché?
Non c'era storia nella realtà, solo un susseguirsi di azioni più o meno piene.
L'aveva sempre divertita il dissacrante nichilismo della realtà.
La gente voleva storie; voleva un filo rosso da seguire, invece la realtà era un'opera dada, un "Ceci Stieglitz, foi et amour" e niente più. L'analisi più appropriata era qualcosa di tanto pieno da reppresentare il nulla.

La vita era una partita a scacchi interrotta a metà: nulla più di un gioco.

La gente si dannava nella ricerca di un ordine fatuo, effimero, illusorio: il divertisment per eccellenza era rompere quest'ordine rivelando le sinuose forme del vuoto nudo.

Che sarebbe stato se si fosse rifiutata di offrire una storia?



Commenti

pubblicato il mercoledì 25 gennaio 2017
Crincostarr83, ha scritto: bella!

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: