ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 17 gennaio 2017
ultima lettura giovedì 15 ottobre 2020

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

penetrazioni

di bertorelax. Letto 1310 volte. Dallo scaffale Eros

grossi, voluttuosi, densi fiotti scolano spinti da piccole contrazioni, vergogna e piacere si mescolano nel silenzio del piccolo studio illuminato solo da candele.

ci sono cose che uno non ha mai provato nella vita, andare a farsi fare un massaggio in un centro estetico non era nei miei pensieri di quarantenne, arrivato il Natale la mia compagna mi ha regalato un buono per un massaggio prolungato nel centro dove è solita andare, dopo le feste prendo l’appuntamento; é un venerdi freddo e buio, di quelli col cielo carico di neve, suono e una giovane ragazza molto carina mi riceve, mi chiede se avevo appuntamento e per quale trattamento, insomma i soliti preliminari da estetista, sono nervoso, agitato, ho le mani fredde e insolitamente sudate, l’idea di stare nudo a farmi massaggiare da una donna che non conosco mi intimorisce terrorizzato dall’idea di avere un erezione spontanea.


l’estetista mi dice che Carmen sta finendo un trattamento e tra qualche minuto toccherà a me, mi accomodo sui divanetti e cerco una rivista che possa interessarmi, solo giornali da donne piene di pubblicità e corpi femminili statuari nudi in bella posa; fortunatamente la signora non si fa attendere, le consegno subito il buono, mi sorride, prima volta vero ? lei è il fidanzato della Susi ? io timidamente rispondo di si per entrambe le domande, lei ride “si vede sai che sei imbarazzato comunque farò i complimenti alla Susi per il bel fidanzato” con aria sbarazzina mi dice di spogliarmi completamente e farmi una bella doccia calda per rilassarmi, lei mi attende sul tappeto con le essenze e gli oli.


la Carmen sembra la fotocopia della mia compagna, mora capello riccio, molto magra e piatta come un'asse da stiro, stesso trucco pesante su bel viso con labbra carnose, ma almeno lei non ha quelle unghie lunghe tutte decorate e non è agitata, insomma ti trasmette fiducia che non è poco pensando che tra un attimo sarò da lei completamente nudo.


mi accoglie in questo ambiente stile indiano, luce fioca generata solo da candele profumate e silenzio di tomba, mi invita sdraiarmi supino, lei si pone dietro la mia testa e comincia spalmarmi l’olio su tutto il corpo, chiudo gli occhi e mi abbandono alle sue mani, delicate ungono tutta la mia pelle parti intime comprese, all’inizio sembra andare tutto bene special modo sui passaggi hot per così dire, ma il pene viene preso in considerazione non solo con sfregamenti ma spesso impugnato con delicatezza e scoperto il glande con lentezza e presumo palesemente di proposito, faccio finta di nulla, fino a che lei sottovoce mi sussurra di non preoccuparmi in caso di erezioni spontanee, devo solo pensare a rilassarmi e a svuotare la mente.


svuotare la mente ? chissà se la Susi sapeva di come si svolge il massaggio? gelosa com’è non credo proprio e incomincio pensare che la Carmen stia prendendo forse troppa iniziativa fuori programma, ma fatto sta che dopo alcuni passaggi più mirati accade quello che voleva far accadere, i miei 22 centimetri regalati dal buon dio prendono tutta la loro imponenza per la gioia degli occhi femminili, è un pene quasi fuori misura ed eretto è innascondibile oltre che imbarazzante, certo anche lui ha i suoi difetti non solo pregi, è sensibilissimo e spesso soffre di eiaculazione precoce cosa molto imbarazzante per un uomo!


dopo circa una mezz’ora di massaggi sul filo tra l’erotico e il rilassante mi fa sdraiare prono, la vedo nello specchio che si toglie la divisa da estetista e anche l’intimo, comincia a sfregarsi sopra di me, un autentico body massage, a tratti sento i suoi capezzoli sulla mia schiena scivolare coperti di olio, il movimento ondulatorio dura parecchio per poi sentire le sue mani sfregare e premere sui miei glutei con movimenti verso l’alto spingendo il mio corpo in avanti in maniera tale che il mio pene fosse come massaggiato dal corpo sul ruvido tappeto, i suoi movimenti si affinano sempre di più per far muovere con lo schiacciamento il mio cazzo, mi sta portando all’orgasmo, sono in preda alle sue mani e arrivato al culmine, lei lo sa, lo sente, mi infila con decisione nell’ano due dita premendo verso l’alto e sfregandole sulla mia prostata, pochi tocchi e ….. grossi, voluttuosi e densi fiotti di sperma scolano dal mio cazzo spinti da piccole ma lunghissime contrazioni, vergogna e piacere si mescolano nel silenzio del piccolo studio illuminato solo da candele.


il massaggio continua come se nulla fosse successo, sono sdraiato su un lago di sperma, poi ad un tratto la voce di Carmen “ un favore alla Susi andava reso dopo che si è scopata il mio ex marito “ e dopo alcuni secondi “ peccato che ho il ciclo un giro sul tuo cazzo me lo sarei fatta volentieri” sorrido e le dico “che problema c’è?”

mi gira supino e alla visione del cazzo ancora duro tira la cordina del tampax, lo getta nel piccolo bidone e si impala in tutta fretta, sfregando il più possibile il clitoride in avanti con movimenti ondulatori più che facendo il classico saliscendi dello smorzacandela, il suo orgasmo non tarda a venire facendola contorcere sopra il mio corpo mugolando a bocca chiusa per non farsi sentire.


era la prima volta che facevo sesso con una donna col ciclo e onestamente non avrei mai immaginato di poterlo fare.


finita la sua cavalcata ci prendiamo qualche minuto di riposo prima di andare a farmi una doccia, poi il suo invito a ritornare al centro per provare altre “specialità”.




Commenti

pubblicato il lunedì 20 marzo 2017
Emanuelle, ha scritto: situazione banale eppure.... tres tres... excitant....
pubblicato il domenica 16 aprile 2017
Leonida, ha scritto: Banale. Edonista.

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: