ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 8 gennaio 2017
ultima lettura mercoledì 20 febbraio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Infinitamente giovani

di Anitram. Letto 427 volte. Dallo scaffale Viaggi

Cenavamo come una famiglia. Una famiglia di amici. Ascoltavamo le nostre canzoni preferite cucinando. Cantavamo come se quelle sere non finissero mai....

Cenavamo come una famiglia. Una famiglia di amici. Ascoltavamo le nostre canzoni preferite cucinando. Cantavamo come se quelle sere non finissero mai. In quei giorni di montagna abbiamo imparato a convivere con diverse abitudini, con diverse esigenze. Abbiamo imparato a essere independenti e responsabili. Abbiamo brindato a un'amicizia appena nata che stava sbocciando. Abbiamo cantato I cori della nostra cittá . Abbiamo dimostrato che giovani non si smette mai di essere, anche crescendo, la libertà continuava a rimanere parte di noi. La sera del 30, giorno del mio compleanno mi hanno portato la torta e ho scoperto che il mio desiderio era festeggiare il compleanno lontano da casa, dove non avrei potuto pensare ad altro se non al fatto che niente sarebbe stato come prima. Essere lontano significava abbandonare la tristezza e solitudine. Volevo divertirmi. Bevevamo quel giusto per essere un po' più brilli e simpatici, e giocavamo con la neve. Scattavamo foto per imprimere quei momenti che nessuno ci avrebbe riportato. Non sapevamo quanto sarebbe potuta durare un'amicizia cosí e non volevamo sprecare un minuto di quel tempo insieme e infinito. Dormivamo al pomeriggio sotterrati dalle coperte insieme e giocavamo a carte e chiaccheravamo del piú e del,meno. Ci raccontavamo delle passioni di ciascuno. Eravamo perfetti estranei. Ma non mi sono mai sentita piú a mio agio.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: