ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 7 gennaio 2017
ultima lettura lunedì 4 maggio 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

TERZINE SQUINTERNATE

di jenagamuna. Letto 296 volte. Dallo scaffale Poesia

665  Mangiava solo prosciutto di Parma, beveva solo, ma a litri, il lambrusco. Niente male per essere una tarma.   666 D’accordo, era un carattere un po’ brusco però c’aveva un che di tenerezza. La cifra del su...

665

Mangiava solo prosciutto di Parma,

beveva solo, ma a litri, il lambrusco.

Niente male per essere una tarma.

666

D’accordo, era un carattere un po’ brusco

però c’aveva un che di tenerezza.

La cifra del suo essere mollusco.

667

Cantava ‘Giovinezza giovinezza’

soltanto quando aveva nostalgia,

rappando come rappa Caparezza.

668

Viveva chiuso in una farmacia,

di farmaci facendo scorpacciate.

Da sorcio, non conobbe malattia.

669

Mangiava solamente le porcate

di chimica imbottite a più non posso.

Diceva: “E’ un po’ come morire a rate”

670

In quanto cane era pure un molosso

però sapeva fare l’uncinetto

e amava villeggiare in quel di Cnosso.

671

C’aveva questa cosa dentro al petto,

pulsava e non capiva che cos’era.

A volte dava salti da capretto.

672

Il suo sogno era cubare la sfera,

sai che botto se ci fosse riuscito.

Gli è toccata la fine di chi spera.

673

Col tempo si era un poco rimbambito,

giocava con le figu e con le biglie.

Andava a letto stanco e divertito.

674

La regina prostituiva le figlie

perché i sudditi fossero felici

e altrove non ballassero quadriglie.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: