ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 7 gennaio 2017
ultima lettura giovedì 4 giugno 2020

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

Un altro.... inizio... e fine....

di Liberalibellula. Letto 1704 volte. Dallo scaffale Eros

E' il compleanno di mia moglie, l'ho portata nel suo ristorante preferito, ha ordinato i suoi piatti, ha fatto i complimenti allo chef che è venuto raggiante al nostro tavolo. Mia moglie non è la classica bellona da far girare la testa, ...........

E' il compleanno di mia moglie, l'ho portata nel suo ristorante preferito, ha ordinato i suoi piatti, ha fatto i complimenti allo chef che è venuto raggiante al nostro tavolo. Mia moglie non è la classica bellona da far girare la testa, è di una bellezza discreta, è di quella che gli uomini guardano due volte, e lei ne è compiaciuta e sorride, ha un bellissimo e caldo sorriso, e di quel sorriso che mi sono innamorato venti anni fa. Lei studentessa e io il suo professore, avremmo dato scandalo se non ci fossimo sposati subito. La volevo come si vuole l'ossigeno per respirare quando manca. A letto è sempre stata una instancabile e vorace amazzone, ricordo le lunghe cavalcate pomeridiane dopo pranzo, le scopate interminabili la domenica pomeriggio,lo facevamo dappertutto, in macchina, nei bagni dei ristoranti, era ingorda e famelica ed io la saziavo, eccome se la saziavo,ero forte e nel pieno delle mie forze, e avendo a che fare con studentesse sempre giovani e fresche la mia libido era sempre ai massimi livelli. Non abbiamo avuto figli, non sappiamo se per colpa mia o sua, abbiamo accantonato il pensiero e ci godiamo la vita anche così. Ma da un po' di tempo mia moglie è apatica, spenta, ride poco, un' anno fa ho subito un piccolo intervento al cuore e devo stare più attento, lei lo ha capito, ma vedo che le manca la mia virilità , la mia forza. Stasera ho deciso di farle una sorpresa, sarà il mio regalo di compleanno. Da parecchi mesi mesi aiuto il figlio di un amico negli studi, è un ragazzo giovane e bello,credo che a mia moglie piaccia lo vedo da come lo guarda e da come gli parla.Questo mio giovane studente sarà il suo regalo di compleanno.Eccola, si alza per andare ad incipriarsi il naso, cammina lenta, ama farsi guardare e vedo che altri occhi maschili la stanno osservando,indossa quel suo bel vestitto nero che le mette in risalto il senso florido e il bel culo rotondo, le gambe sono accarezzate da impalbabili calze nere velate, non so se siano autoreggenti anche se so che le adora e adora farmele vedere e farle vedere quando si siede mi eccita che gli altri uomini guardino mia moglie a volte mi domanda se mi piacerebbe vederla scopare con un altro uomo,le ho sempre detto che non avrei mai superato la gelosia, vedere altre mani sul suo corpo, altre dita dentro di lei ,un altro cazzo e l'odore della sua pelle mischiato a quello di un altro uomo e i suoi occhi che godono. Quando torna al tavolo non stacca i suoi occhi dai miei,mi sorride e si siede, si avvicina e mi chiede del dolce, mi prende la mano e la fa scivolare sotto al tavolo, me la mette in mezzo alle gambe, è bagnata e senza intimo,le autoreggenti le arrivano giuste all 'altezza della figa, le mie dita accarezzano quella fessura calda, lei sorride, flirtiamo un po' come due ragazzini, ridiamo e ci raccontiamo cosa faremo dopo, lei è sempre calda e vogliosa , sarà colpa del vino, e della bella atmosfera che si è creata. Ci alziamo un po' brilli, pago il conto con lei abbarbicata al mio braccio. La serata è gelida, chiamo un taxi e nel piccolo abitacolo si sente la sua voglia. A casa le dico di andare in camera, di spogliarsi ma di tenere le calze e il reggiseno, le dico di bendarsi, ama queste cose. Il mio giovane amico arriva dopo pochi minuti, lo saluto, è imbarazzato, gli dico di non preoccuparsi, lei sarà bendata. La raggiungiamo in camera, è uno spettacolo, distesa con le gambe leggermente sollevate, le calze che le accarezzano, il reggiseno di pizzo nero sollevato, il suo respiro tradisce l'emozione, le vedo il seno sodo che si solleva in fretta, i capezzoli induriti dalla voglia e la figa, lucida. Io le salgo a cavalcioni e le metto il cazzo in mezzo al seno, mentre il mio giovane amico inzia a leccarle la figa lentamente. La sento sospirare forte, sento le sue mani sulle mie braccia , mi stringe, non capisce cosa sta succedendo, io le dico di lasciarsi andare che va bene così. Il mio giovane amico ci sa fare, mentre con la bocca mi succhia il cazzo la sento tremare, sta venendo, come è bella quando gode, la sto godendo, le sto scopando quella sua meravigliosa bocca, con un respiro forte mi svuoto nella sua bocca,lei ingoia tutto e si lecca le labbra mentre il mio giovane amico con la sua lingua la sta scopando, i suoi gemiti mi fanno eccitare ancora di più. Mi tolgo da lei e le sfilo la benda, apre gli occhi e mi guarda stupita io la accarezzo e le dico che va tutto bene, mi siedo sulla poltrona e la guardo godere ancora, il mio giovane amico ha un bel cazzo, ha voglia di infilarlo dentro a quella figa fradicia, con un cenno glio dico di si. Lui si mette sopra, le solleva le gambe e la scopa. Lei mi guarda, non stacca gli occhi da me, i suoi occhi, quella luce, quella voglia, gode e i suoi gemiti forti mi fanno tremare. Voglio vederla godere, voglio che goda forte, il mio giovane amico non si rispiarmia, la fa venire una, due, tre volte, che bello sentirla, che bello goderla. Ora tocca a lei, si mette a cavalcioni sopra lui e si impala su quel cazzo giovane e duro, la vedo cavalcare, i suoi occhi sempre nei miei, si mette le dita in bocca, lo sa che effetto mi fa quando fa così, mi guarda mentre viene ancora, i suoi occhi mi pregano, mi vuole, vuole me,e il mio cazzo. In piedi sul letto, mentre si scopa il cazzo giovane, succhia il mio. Potrei morire anche adesso, non mi importerebbe è bellissimo vederla godere così, le sue mani, la sua bocca, e i suoi gemiti e i suoi respiri mi arrivano al cervello. Il mio giovane amico non resiste più e sborra dentro di lei con un lungo gemito, io le riempio ancora la bocca, lei mi sorride e si lecca le labbra. Distesi tutti tre sul letto, ascoltiamo i nostri respiri, nessuno parla, lei appoggia la sua testa su di me e con la mano accarezza il mio giovane amico. Il respiro torna regolare, rimaniamo ancora li ,distesi al buio, ognuno con i suoi pensieri, ognuno con le proprie domande che non avranno risposta.



Commenti

pubblicato il domenica 8 gennaio 2017
MrHorner, ha scritto: e poi? :)
pubblicato il domenica 8 gennaio 2017
Liberalibellula, ha scritto: Chissà..... :)
pubblicato il domenica 8 gennaio 2017
Pippy, ha scritto: Bellissimo!!!
pubblicato il domenica 8 gennaio 2017
Liberalibellula, ha scritto: Grazie Pippy, troppo gentile...
pubblicato il domenica 8 gennaio 2017
Pippy, ha scritto: Rispondendo a Mr Horner...direi che non serve aggiungere altro, è più che esaustivo, completo, convincente, struggente, malinconico...un tornado di emozioni.
pubblicato il domenica 8 gennaio 2017
Liberalibellula, ha scritto: Pippy davvero troppo gentile, grazie ancora...
pubblicato il domenica 8 gennaio 2017
NoiSiamo, ha scritto: brava libera, sempre coinvolgente....... mi chiedevo.. LEI, poi, si contenterà del marito, o in futuro vorrà anche il ragazzo?
pubblicato il lunedì 9 gennaio 2017
Emanuelle, ha scritto: "una bellezza discreta, di quella che gli uomini guardano due volte" sì vero, esiste questo genere di bellezza. Ed è il tipo di bellezza che, generalement, gli uomini prediligono sposare. Finale assolutamente amorale e assolutamente eccitante...
pubblicato il lunedì 9 gennaio 2017
Liberalibellula, ha scritto: Grazie Emanuelle e grazie anche a te NoiSiamo, lieta che i miei racconti diano sensazioni ed emozioni. Chissà se questo ménage à trois avrà un futuro....
pubblicato il lunedì 9 gennaio 2017
tatinagr, ha scritto: Grazie per questa bella lettura. Coinvolgente ma che nello stesso tempo fa anche riflettere sull'amore vero.

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: