ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 14 dicembre 2016
ultima lettura venerdì 7 agosto 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

TERZINE SQUINTERNATE

di jenagamuna. Letto 310 volte. Dallo scaffale Poesia

206 Moriva di fame, moriva di stenti, moriva ogni giorno ma senza clamore. Non eran tra noi quei bambini morenti   207 Di regola ciulava con le more. però anche coi lamponi c’era gusto. I ribes non gli davano turgore.   ...

206

Moriva di fame, moriva di stenti,

moriva ogni giorno ma senza clamore.

Non eran tra noi quei bambini morenti

207

Di regola ciulava con le more.

però anche coi lamponi c’era gusto.

I ribes non gli davano turgore.

208

S’era girato roteando sul busto

in tempo per vedere la Carogna

falciarlo con un ghigno di disgusto.

209

Basta poco per finire alla gogna,

per beccarti gli sputi di chi scaglia

prime pietre al di là della vergogna.

210

Mangia l’asino pensoso la paglia

indagando se Dio ci sia, o ci faccia.

È uno strazio il pensiero, e allora raglia.

211

Dannata la mia dannata linguaccia

che sfugge sempre al morso dei miei denti.

Non sente né preghiera né minaccia.

212

Fa più danni l’umiltà dei perdenti

destinati a una vita senza gloria

oppure l’arroganza dei vincenti.

213

Meglio mangiare pane con cicoria

condito del sudore della fronte

che andare a scrocco di una pseudigloria.

214

Ne compie ottanta oggidì Paolo Conte

jazzando con il piano e col pennello,

danzando come un giovane bisonte.

215

Se il bene e il vero viaggiano col bello

perché le dive e i divi molto spesso

han testa e cuore meno del pisello?



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: