ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 4 dicembre 2016
ultima lettura martedì 24 novembre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Il molo del tempo

di carmenmayaposta. Letto 393 volte. Dallo scaffale Poesia

 https://www.facebook.com/carmenmayaposta/https://carmenmayaposta.wordpress.com/2016/08/23/il-molo-del-tempo/ IL MOLO DEL TEMPO Deve esserci una durezza immutabilesu questo mio viso ancora giovane,incisa dalle persone che mi hanno cambia...

https://www.facebook.com/carmenmayaposta/

https://carmenmayaposta.wordpress.com/2016/08/23/il-molo-del-tempo/

IL MOLO DEL TEMPO

Deve esserci una durezza immutabile
su questo mio viso ancora giovane,
incisa dalle persone che mi hanno cambiata.

Una angoscia che si legge contro la mia volontà,
dentro a questi miei sguardi spaventati
che credono di esser dolci ed invece trafiggono.

Eventi e pesi scritti sulle pieghe
del sorriso che mi scappa
quando ti vedo far cose stupide

Cicatrici astratte della psiche
riflettono la complessità del mio sé,
mentre carezzo il tuo braccio steso.

Pensando di essere illeggibile
sbaglio e mi cade a terra la verità,
si frantumano le mie certezze.

Cerco di spogliarmi da queste protezioni,
ma ogni strato che tolgo è inutile,
fa sì che io mi ustioni così torno all’ombra.

La gru percorre in senso orario il cielo di Madrid,
come le lancette dell’orologio che non ho,
mi fermo lei continua a scorrere ignorandomi.

Credevo che fosse meglio occultare,
che ognuno dovesse gestirsi da sé,
avere a che fare con il proprio male.

Ma gli occhi mi tradiscono,
scaglio pietre a caso senza volere
e faccio male a chi mi passa vicino.

C’era una volta un cavaliere che mi porse la mano,
gli diedi la mia scendendo dalla carrozza
scoppiammo a ridere sonoramente.

Un ricordo di quel grande lago europeo
ove il tempo era fermo e non vi era il pensiero,
ero felice ed in pace li in quel luogo sospeso sul molo.

Vi avviso è arrivato il momento, correte lontano dall’eruzione!
Distruggerà ogni cosa che si frapporrà nel suo cammino,
è meglio che io rimanga sola con le mie pietre ora.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: