ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.533 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 48.910.437 volte e commentati 55.652 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 5 novembre 2016
ultima lettura domenica 24 giugno 2018

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

IL PARTY DEL SABATO SERA.

di sempretibet. Letto 940 volte. Dallo scaffale Eros

-Ciao... -Hei... ciao bella... -Sabato sera sei libera? -Sabato? Per te sempre... che hai in programma? -Un uomo... -Uno solo? E... io e te? -Lui solo e... io, te, Fran e Valeria. -Uhm... -E' un bell'uomo, molto bello, molto maschio... ..

-Ciao...
-Hei... ciao bella...
-Sabato sera sei libera?
-Sabato? Per te sempre... che hai in programma?
-Un uomo...
-Uno solo? E... io e te?
-Lui solo e... io, te, Fran e Valeria.
-Uhm...
-E' un bell'uomo, molto bello, molto maschio...
-La tua mente perversa mi affascina, lo sai?
-Lo so... allora?
-A che ora?
-Alle otto e mezza, da me... lui arriva alle nove.
-Fran e Valeria?
-Le chiamo ora... saranno certo d'accordo, sono così puttane!
-Sono curiosa come una gatta, dammi qualcosa da eccitarmi!
-Pegging...
-Oh... cazzo!

Sabato sera, ore 20 e 40.
Casa di Cristina, le quattro donne sono sedute nel salone, bevono del spumante, parlano. Sono vestite eleganti, come per un party.
Fran:
-Ma lui? Sa cosa?
Cristina:
-Pensa che io sia sola ma gli facciamo una sorpresa.
Valeria:
-Sorpresa? Quattro donne che l'inculano? Non è che ci scappa?
Cristina:
-Questo? E' un porco che non vi dico! Gli piacerà, vedrete... me lo ha fatto capire...
Gloria:
-Quello che mi eccita è... che è una specie di gang bang ma con il soggetto rovesciato, non una donna ma un uomo che subisce molte donne.
Valeria:
-Dio... sono eccitata da morire, voglio fargli male a 'sto porco!
Cristina:
-Penso che possiamo arrivare molto in là, ma qualcuna di noi deve restare lucida, non possiamo perdere tutte la testa, so come succede con voi... puttane...
Valeria:
-Oh... io no! No, voglio lasciarmi andare e scatenarmi! Non guardare me!!
Cristina:
-Va bene... lo farò io. Ma se vi dico basta... è basta, d'accordo?
Fran:
-Come procediamo?
Cristina:
-Andiamo a soggetto, lui arriva e improvvisiamo...
Valeria:
-E... gli strap-on?
Cristina:
-Uno per ognuna di noi, nel cassetto... là...
Valeria:
-Voglio il più grosso... gli rompo il culo!

Sabato sera. Ora 21.00
David è al portone di Cristina e cerca il suo nome sulla pulsantiera del citofono.
E' un bell'uomo, bruno, capelli lisci sul collo, occhi azzurri. Veste giacca blu e jeans, porta una bottiglia di champagne, gli piace Cristina e il programma lo riscalda, è molto maschio ma la sua curiosità sessuale è grande come la sua fame di godimento.
Suona... sale.
David entra, è disorientato dalla presenza delle altre donne, pensa di aver frainteso, guarda interrogativo Cristina.
Cristina:
-Non hai capito male... David. Saremo in quattro... problemi?
Botta di adrenalina!
David... sente il suo respiro affrettarsi.
Quattro belle donne, giovani ed eleganti, no... non scappa!
E' qualcosa che lo attira come se lui fosse una falena e loro, le donne... la fiamma della candela!
David:
-Presentami...
Cristina:
-Questa bionda... è Valeria... Fran... e Gloria, lui... David.
David:
-E' un piacere...
Valeria:
-Sarà nostro il piacere...
Cristina:
-Ora ti spogliamo David...
Le quattro donne si approssimano e iniziano a spogliarlo, giacca, camicia bianca, jeans, non porta intimo, questo le eccita... vedere saltar fuori di botto un grosso cazzo duro!
Finiscono con il levargli i mocassini che calza.
Lo accarezzano, lo baciano, gli accarezzano il petto, il cazzo, Valeria passa la mano sul culo muscoloso e da dietro mentre si appoggia al suo dorso gli sussurra...
-Mi faccio il tuo culo... bel maschione!
Cristina:
-in ginocchio... David, carponi, testa a terra, fai tu la pecora...
David obbedisce.
Vede come si spogliano, sono davanti a lui.
Ora sono nude su alti tacchi a spillo! Indossano lo strap- on.
David ha un brivido... sono enormi.
Gloria:
-Gli mettiamo della crema? Quella acquosa, anale...
Valeria:
-Col cazzo! Io me lo scopo così, gli sputo sul buco, lo lecco e poi lo inculo, come fanno a me... 'sti porci!
David freme, teme il dolore e lo desidera.
La sente avvicinarsi dietro di lui, gli sputa sul buco, lo lecca bene e sparge la saliva, sente la lingua poi gli appoggia la testa dell'enorme dildo e spinge.
Cazzo...! Se spinge!
Lo tiene per i fianchi e affonda i colpi!
David... sente il corpo estraneo entrare, lo sente uscire e nuovamente entrare, sempre più.
Poi... lei, la troia che lo incula perde la testa e lo penetra ferocemente, lo sta montando.
Un'altra... gli si mette davanti e gli mette un cazzo in bocca, e un'altra ancora gli si mette sotto.
Gloria:
-Che cazzo enorme gli è venuto! Duro come il ferro! Dai Valeria... mi metto sotto e lo prendo io in figa, scopalo forte che mi fa godere!
Gode.
Si leva.
Ora è Cristina stesa sotto di lui, lo tiene per lo scroto e succhia, lo prende tutto in gola. Mentre Valeria, presa da raptus, affonda il dildo profondamente e con regolarità nel culo di David.
Lo leva un momento.
-Guardate che buco del culo gli ho fatto! Sembra una galleria ferroviaria! Godi! Dai puttana! Fammi vedere che sborri in bocca a Cristina, dai!
David sente approssimarsi un orgasmo fantasmagorico!
Sborra... sborra a lungo nella bocca avida che lo sta succhiando.
E non smette di godere.
Lo strofinare del dildo contro la prostata lo fa impazzire.
Dopo Valeria che smette per lo sfinimento, sudata e ansimante,
tocca a Cristina.
Poi Gloria... a lungo.
Fran.
Ancora Valeria.
Ancora Gloria.
Tutte godono dello sfregamento contro il clito, sono delle fontane.
Prendono il cazzo di David... duro come un ramo di quercia e fra loro, in fica e nel culo.
David grida ora, dal dolore, al quale però non si sottrae e dal piacere perverso che prova.
E' il maschio-puttana di queste donne assatanate.
Lo fanno zittire con un bavaglio e continuano a fotterlo.
Lo frustano sulla schiena.
Colpiscono forte il cazzo.
Lo seviziano con mollette, sui capezzoli, sullo scroto. Sul cazzo.
Ha il buco del culo che è sfatto dall'uso.
Gonfio e insensibile.
Quattro volte lo fanno sborrare... lo usano. Gli usano il culo e il cazzo per il loro piacere.

Alla fine lo portano in bagno.
Cristina:
-Ti pisciamo addosso...
Lo costringono a bere.
Si svuotano su di lui.
Poi... aprono la bottiglia di champagne che lui ha portato.
Fanno un brindisi e si danno il cinque.
Sono soddisfatte.
Sessualmente soddisfatte.

Lui?
Distrutto.
Lo rifarà?
Se loro lo vorranno... si.
sempretibet.blogspot.it


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: