ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 27 ottobre 2016
ultima lettura giovedì 14 marzo 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

L'inquisizione - Capitolo 9: Sorte -

di Batckas. Letto 229 volte. Dallo scaffale Fantasia

SORTEI camion furono attaccati durante la fuga, un manipolo di demoni li intercettarono a qualche chilometro dal monastero. Laura strinse la pistola c...

SORTE

I camion furono attaccati durante la fuga, un manipolo di demoni li intercettarono a qualche chilometro dal monastero.
Laura strinse la pistola che aveva in pugno e il coltello, piantò la lama in un demone che si affacciò da sopra squarciando come se fosse burro il metallo blindato, lo trascinò all’interno ai suoi piedi tra lo spavento generale e gli sparò in faccia due volte.
Niamh, dopo un’occhiata con l’amica, sguainò il suo pugnale e rimase in attesa.
Udirono un’esplosione e l’attimo dopo videro la carcassa di uno dei camion che rimaneva inerme mentre loro si allontanavano, i demoni si aggiravano come mosche sullo sterco.
Un monaco venne spinto fuori dal mezzo dove si trovavano e, al suo posto, comparvero due demoni che ammazzarono gli esorcisti più vicini mentre gli altri si gettarono in fondo alle spalle delle due donne che, insieme, aggredirono i demoni.
Niamh infilzò uno alla pancia e lo immobilizzò, Laura gli diede il colpo di grazia sparandolo alla tempia; il secondo fu accoltellato dalle due donne in una macabra danza che sembrava coordinata, alla fine le due lo calciarono insieme lontano dal mezzo, il corpo di quello si spiaccicò sull’asfalto e scomparve subito dopo.
Udirono l’urlo dell’autista.
Niamh si affacciò: mancava la faccia.
Prese il posto del guidatore.
Laura si trovò ad affrontare altri demoni che provavano ad afferrare la gente all’interno.
Due boati annunciarono la distruzione di altri mezzi.
L’inquisizione stava cadendo a pezzi.
Laura colpì con un calcio il primo, lo spazio per muoversi era limitato, il secondo demone le bloccò il polso e le fece perdere la pistola, l’inquisitrice, però, gli conficcò il coltello nella tempia e lanciò la lama, poi, nell’occhio del terzo. Priva di armi, rimase vittima del primo che le cadde addosso, morto.
Laura si voltò verso Maddison e vide che la ragazza aveva l’arma, fumante, tra le mani e tremava.
Le si avvicinò, le prese lentamente la pistola.
-Sei stata brava, grazie.- disse Laura, sedendosi al suo fianco e facendo la conta dei cadaveri.
Erano rimaste solo lei, Niamh, Maddison e Scott. Gli altri erano morti.
Niamh attivò la radio e contattò gli altri mezzi di trasporto.
-Mi ricevete! Qualcuno mi riceve?- solo statica.
-Sono tutti morti…- Maddison si strinse le ginocchia al petto. Scott la raggiunse e la accolse in un abbraccio.
Laura era silenziosa, cupa.
-Niamh…- era la voce di Noah, proveniva dalla radio. Era stanco, sfinito, morente.
-Noah! Noah! Sono qui! Siamo qui, io e Laura.-
-Niamh… siete le ultime. Li ho fermati per quanto ho potuto ma ho fallito. Rapporti da tutte le sedi del mondo… distrutte, tutti morti, non c’è più nessuno se non voi. Siete tutto ciò che resta dell’inquisizione… adesso voi siete l’inquisizione. Portate…- rumori di lotta. Uno sparo. Respiri affannosi. –Portate avanti la battaglia, addestrate nuovi adepti, rivolgetevi ai vescovi…- i “vescovi” erano i membri dell’inquisizione, la maggior parte monaci, che si erano infiltrati nelle diverse società del mondo. –Siete la nostra unica possibilità… la battaglia deve andare avanti, lo sapete bene. Fondate una nuova inquisizione. Non abbiate paura. Abbiate fede. Mi… mi dispiace… perdonat...-
-Noah! Noah!- silenzio.
La donna colpì con un pugno la radio per abbatterle contro la sua frustrazione.
Laura aveva sentito tutto.
Una lacrima le rigò il volto.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: