ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 23 ottobre 2016
ultima lettura mercoledì 5 giugno 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

L'attesa del riscatto

di Anitram. Letto 390 volte. Dallo scaffale Pensieri

In attesta. Si resta sempre in attesa. È un mondo in attesa il nostro. Il mio sicuro. È un'oscillazione tra la noia e i ricordi. Rimane ...

In attesta. Si resta sempre in attesa. È un mondo in attesa il nostro. Il mio sicuro. È un'oscillazione tra la noia e i ricordi. Rimane fermo il tempo ai bei momenti, come se fossero ancora vivi e come se stessi subendo gli effetti di quelle situazioni. Come se ora, li stessi apprezzando per quelli che sono. E li consumo piano piano, li privo dei dettagli più profondi perché ormai mi sono soffermata troppo su questi mentre restavo in attesa. Di momenti, di sorprese, di novità. Avida di felicità, quella che tutti cercano e non raggiungono mai. Se anche la raggiungono per poco, se la lasciano scappare, perché pensano che si possa averne di più. La vita è resa bella se è una continua ricerca, il contrario è la mia ora. Non sto cercando niente, oscillo tra noia e sofferenza, e mi incastro e infilo in situazioni difficili, che mi permettono di occuparmi la testa, di tenermi impegnata. Di dare un senso ai mesi che sto perdendo. Cerco di riprendermi e tirarmi su. Recupero il tempo che mi ha lasciato indietro. È la mia vita però a restare ferma. Bloccata su quello che non riesco a superare. E non si scavalcano i momenti, non si sorpassano, non si ignorano, avverá il punto di partenza di nuovo che offrirà il riscatto definitivo. Succederà quando tutto diventerá ricordo. Io non sono pronta a lasciare questa realtà e a iniziare. Resto in attesa. Gioie amori che so che arriveranno. Mi porteranno via. Mi distrarranno. E mi dimenticherò di rivolgere uno sguardo al passato, che rimarrà dietro di me, come la proiezione della mia ombra, come l' impronta della mia traccia, come il fiato sul collo.


Commenti

pubblicato il lunedì 31 ottobre 2016
Capto, ha scritto: -Avida di felicità, quella che tutti cercano e non raggiungono mai. Se anche la raggiungono per poco, se la lasciano scappare, perché pensano che si possa averne di più. La vita è resa bella se è una continua ricerca, il contrario è la mia ora. Non sto cercando niente, oscillo tra noia e sofferenza- Parole fantastiche, hai espresso un concetto in modo davvero interessante. Brava.

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: