ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 14 ottobre 2016
ultima lettura venerdì 16 ottobre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Confondi i ricordi, ma ricordarti di me

di Anitram. Letto 550 volte. Dallo scaffale Amore

Mi hai sempre detto Che non fa molto freddo nella tua città, ma nella mia mente riesco solo a immaginarti con il maglione mentre aspetti il pullman. Mi avevi raccontato che ti saresti svegliato presto, che avresti voluto vedere i tuoi amici, che..

Mi hai sempre detto Che non fa molto freddo nella tua città, ma nella mia mente riesco solo a immaginarti con il maglione mentre aspetti il pullman. Mi avevi raccontato che ti saresti svegliato presto, che avresti voluto vedere i tuoi amici, che a scuola riesci a divertirti, ma non ti manca l'estate? Quando cammini e magari quando piove, e salti le pozzanghere perché hai le scarpe nuove, non ti ricorda il giorno di pioggia in cui ci siamo incontrati? Eppure era estate. Quando hai voglia di cantare, e cerchi le cuffiette e nella riproduzione casuale inizia la canzone che hai ballato con me, non la ascolti fino alla fine sorridendo? Quando a scuola nell'ora di educazione fisica giochi a pallavolo, non ti manca qualcuno che ti guardi? Non cerchi qualcuno per cui giocare? Quando una sera vai al mare con i tuoi amici, non Mi risenti nel sottofondo delle onde mentre respiro sul tuo collo? Quando conosci una mia omonima, non riconosci me nel suo viso? Non pensi che vorresti che fossi lei? . Mi piace l'idea che la risposta sia un sì, e che quando ti sogno, tu mi possa pensare, che quando piango Io ti possa mancare. Era estate e i mesi passano e tutto cambia. Certo, Non bisogna pensarci continuamente,ma so che ci sei. Inevitalbimente, sempre. Quando scrivo, leggo, studio, piango, mi vesto, mi annoio, Mi domando cosa penseresti di me. Quando canto, canto quello che vorrei dirti, quello che penso, quello per cui mi manchi. Sei la mia via di fuga, il tentativo di essere altrove, il mio bisogno di credere in qualcosa. Dovresti sapere quanto tempo spreco per Te, quanti interi minuti restano in attesa del risveglio dai nostri ricordi. Sei la mia possibilità di andare avanti, anche se non c'è futuro per quello che è diventato passato. Me ne frego però, perché mi basta avere la certezza che tu abbia rischiato, anche solo per quella misera settimana. Ama l'idea di me, ti prego, ama l'idea di una sconosciuta con cui tu possa esserti sentito completo. Ricordati anche quando Non riesci a distinguere il tempo con me e quello con un'altra come Me. Confondi pure i ricordi, ma ricordarti di me.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: