ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 20 settembre 2016
ultima lettura sabato 8 agosto 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

IL SEGRETO DI LYDIA

di laraccontastorie. Letto 446 volte. Dallo scaffale Generico

Tutto ebbe inizio in una casa diroccata, dove le finestre erano un optional e gli insetti ne facevano da padrone, ma proprio li in quel luogo dimentic...

Tutto ebbe inizio in una casa diroccata, dove le finestre erano un optional e gli insetti ne facevano da padrone, ma proprio li in quel luogo dimenticato che nascerà un amore indissolubile.
Lydia, sotto un cielo stellato illuminata dalla luna, adagiò una corona di rose davanti il ciglio di quella casa insieme a una lacrima piena di tristezza e di ricordi ormai bruciati insieme ad essa. Un ragazzo di nome Killua, passando li di, la vide tutta assorta ad osservare quella che doveva essere una casa ormai abbandonata e ne rimase profondamente incantato; senza accorgersene si avvicinò alla ragazza che, presa dallo spavento, scappò lasciando Killua da solo sotto quel fiume di stelle. Il ragazzo tornò spesso in quel luogo con la speranza di rivederla, ma il fato non fu dalla sua parte. Un vecchio che abitava nelle vicinanze, vedendo Killua osservare quella casa, decise di raccontagli la tragica storia che incombeva su essa e il ragazzo senza esitare si mise attentamente ad ascoltare la flebile voce del vecchio. Una domenica di sei anni fa per l'anniversario dei suoi genitori Lydia, come regalo, voleva preparagli la colazione da portagli in camera e come tocco finale accese una splendida candelina ma non appena la prese in mano si bruciò e la lasciò cadere. Il fuoco prese il sopravvento e avvolse l'intera cucina, la madre sentendo le urla corse in cucina e vide la figlia in un angolo disperata e senza pensarci un attimo la portò fuori di casa e ritornò dentro per aiutare il marito, ma proprio in quel momento la casa scoppiò facendo balzare la bambina lontano. Lydia si svegliò due giorni dopo in ospedale tutta sola e con la consapevolezza di non rivedere mai più i suoi genitori. Essa fu affidata a molte famiglie ma non riuscì mai ad instaurare un rapporto con nessuna di esse, poiché pensava che non era giusto che lei provasse serenità o addirittura dimenticasse quello che a causa sua era venuto a mancare. Killua saputa la vicenda e preso dallo sconforto ritornò verso casa ma proprio in quel momento vide Lydia; la ragazza appena incrociò il suo sguardo iniziò a correre ma subito Killua l'afferrò per un braccio, l'abbracciò e le sussurrò “Ora ci sono io”. Lydia a quelle semplici parole si lasciò andare e iniziò a piangere. Da quel giorno i due ragazzi iniziarono a darsi appuntamento dove si erano incontrati la prima volta e dove tutto ebbe inizio.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: