ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato lunedì 15 agosto 2016
ultima lettura venerdì 9 agosto 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

RIFLESSIONE

di paolodelladio. Letto 353 volte. Dallo scaffale Viaggi

Disperso in un cielo infinito, abbagliato dal sole e comunque ancora in grado di distinguere le nubi che lo percorrevano, cercai di fermarne una. Passò una nube, nera come la pece, veloce come un condor, ne passo' un'altra, bianca come una peco...

Disperso in un cielo infinito, abbagliato dal sole e comunque ancora in grado di distinguere le nubi che lo percorrevano, cercai di fermarne una. Passò una nube, nera come la pece, veloce come un condor, ne passo' un'altra, bianca come una pecorella e a forma di tartaruga. Finalmente si fermò un cumulonembo, a forma di cavalluccio marino, che mi concesse di salire sulla sua groppa.

Imboccammo la strada opposta alla direzione del sole, sorvolammo deserti, oceani e poi monti e ancora laghi, fiumi e foreste. Un viaggio straordinario, emozionante ed affascinante.

Incrociammo un coro di nuvole che cantava “Nel blu dipinto di blu”. In quel momento capii di avere la testa tra le nuvole, benchè con le mie gambe fossi ben saldo sul mio cumulonembo.

All'improvviso una saetta rischiò di farmi precipitare a terra. Fulminato.

Mi ripresi dallo spavento e mi misi a passeggiare fra le nubi aggrappato ad un arcobaleno. Il cielo iniziava a tingersi di rosso, la forza di gravità iniziava a farsi sentire sulle mie spalle ma non volevo cadere a terra. Mi sentivo ancora forte per trainare quei carri illuminati che la notte solcano il cielo. Mi ritrovai, come per incanto, in uno scrigno di stelle. La luminosità e la brillantezza di quelle stelle mi stordirono in modo tale che mi risvegliai ritrovandomi riflesso in una pozzanghera formata dalle lacrime provenienti da quel cielo tanto profondo e immenso come il nostro essere.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: