ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 7 agosto 2016
ultima lettura martedì 21 maggio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Anime Perse - Caduta 5

di FedericoGiacon. Letto 356 volte. Dallo scaffale Fantascienza

5  Il Maggiore Weimberg entrò nell'ufficio del Colonnello.-Il mondo sembra impazzito, Maggiore!- sbottò Conrad-Mi aggiorni sulla situazione a Detroit.--Hanno trovato la famiglia che, a detta del video, ha causato la rivolta. Le anali.....

5

Il Maggiore Weimberg entrò nell'ufficio del Colonnello.
-Il mondo sembra impazzito, Maggiore!- sbottò Conrad
-Mi aggiorni sulla situazione a Detroit.-
-Hanno trovato la famiglia che, a detta del video, ha causato la rivolta. Le analisi dei proiettili sono in corso, ma è inoppugnabile che siano resistori.- rispose Weimberg.
-Sono arrivate le stime delle perdite?-
-Centosette civili morti, altri cinquanta feriti, ventisei membri delle squadre di immagazzinamento non sono più, sette immagazzinatori feriti; una ferita grave della squadra Apple.-
-Quanti potranno tornare operativi?- chiese il Colonnello.
-Cinque immagazzinatori, signore.-
Il Colonnello si abbatté pesantemente sulla poltrona dietro la scrivania. Sbuffò e intrecciò le mani davanti al volto, poggiando i pollici alla fine dei setti nasali. Una posizione che il Maggiore gli aveva visto assumere molte volte quando bisognava prendere decisioni difficili.
-Da quanto ci conosciamo, Weimbeg?- chiese Conrad dondolandosi leggermente sulla sedia.
-Dall'Accademia, signore.-
-E da quanto siamo amici?-
-Dal giorno che ci siamo conosciuti.- rispose il Maggiore.
-Da sta mattina il telefono non smette di squillare, capi di stato e vari Generali che esigono che in dieci minuti sparpagli l'Esercito ai quattro capi dell'Ex America per reprimere gli animisti nel sangue.- Conrad sospirò, sembrava terribilmente stanco -Mettiamo da parte i gradi per adesso; che ne pensi della legge marziale?-.
-Signore...-
-I gradi non ci sono, niente signore.-
Weimberg esitò un attimo, fece un respiro e disse -Ritengo che sia stato il potere dell'Esercito di sradicare le persone dalle loro case a creargli dei nemici; eccezion fatta per gli estremisti religiosi. In un momento del genere non bisogna usare il pugno di ferro, ma dimostrare che quel potere non è mal riposto.-
-Quindi che proporresti di fare?-
-Il nostro dovere. Noi esistiamo per proteggere le persone, non per arginarle con coprifuochi, non per rapirle per interrogatori o soffocarle nel loro sangue. Così facendo non faremo altro che spingerli tra le braccia dei nostri nemici. Non dovremmo fare nulla; dimostrare che abbiamo un anima.-
-Come pensavo, la mia stessa opinione; come all'Accademia. Purtroppo non sta a noi contraddire gli ordini. Hai gli schemi di assegnazione per i campi di contenimento?- chiese Conrad con aria rassegnata.
-Eccoli, signore.- rispose il Maggiore, porgendogli un plico di fogli -Tre squadre di immagazzinamento per campo, più una di dissipazione al comando.-
Il Colonnello esaminò i fogli, poi chiese -Erano la Berry e la Apple operative questa mattina?-
-Sissignore.-
-Perché le hai assegnate all'Ex Texas e all'Ex Alabama? Hanno fallito oggi.-
-Sono i migliori. Il loro rapporto lo conferma, se vuole gliene farò avere una copia.-
-Non serve. Puoi andare.- rispose Conrad.
Il Maggiore fece il saluto e si diresse verso la porta.
-Weimberg- lo chiamò il Colonnello prima che uscisse -Novità sui civili fucilati nell'Ex Medio Oriente?-
-Nossignore, le operazioni si sono momentaneamente fermate a causa di Detroit.-
-Allora falle ripartire, e aggiornami su tutto ogni ora.- ordinò Conrad.

Black entrò nella sala della squadra.
-Come va il braccio, Blue?- chiese alla ragazza.
-Solo un graffio, ci hanno messo dieci minuti a sistemarlo.- rispose indicando la fasciatura che le copriva il braccio destro dalla spalla al gomito.
Black annuì, poi disse -Bene, ragazzi ho i nuovi ordini. Partiamo in tre ore.-
-Ma come? Siamo tornati otto ore fa!- rispose Rasp incredulo.
-Sono gli ordini, non si discutono. Dovremo comandare tre squadre in un nuovo accampamento anti-animista nell'Ex Texas. Problemi?-
-Si, non sono stata addestrata ad uccidere delle persone Black! Non è il lavoro dell'Esercito!- rispose Blue.
-Gli ordini sono ordini. Siamo stati addestrati ad ubbidire.- disse Straw atono.
-Sei così ansioso di tornare a sparare a dei civili, eh?!- gli urlò contro Rasp -Non è che ci stai prendendo gusto?!-.
-Gli ordini erano chiari, io li ho solo eseguiti.- rispose Straw.
-Dovevi arginarli! Non ucciderli!-
-E tu dovevi eliminare l'anima prima che io fossi costretto a farlo.-
Rasp scattò verso di lui, ma a metà strada una mano di Black lo prese per la spalla sbattendolo al muro.
-Gli ordini sono questi. Se non ti vanno bene congedati, capito?- disse a denti stretti Black con gli occhi che bruciavano -Tra tre ore in hangar pronto al trasporto.-
-Sissignore.- sbottò Rasp con uno sguardo di fuoco, mentre si levava bruscamente la mano bel comandante dalla spalla.
-Ora andate.- ordinò Black.
Si diressero verso l'uscita. Appena Straw uscì dalla stanza un pugno di Blue si abbatté violentemente contro il suo volto, scaraventandolo a terra.
-Non ho resistito alla tentazione.- disse la ragazza rivolta verso Rasp.

-Ho i risultati delle analisi dei proiettili, signore.- disse Weimberg a Conrad porgendogli l'ennesimo plico di fogli, che si unì alle montagnole di documenti che si andavano formando dal giorno prima sulla scrivania del Colonnello.
-Di Detroit o dell'Ex Arabia?- domandò Conrad iniziando a sfogliarli.
-Entrambi, signore. Appartengono alla squadra Puma.-
-Li avete presi? Interrogati?- scattò il Colonnello.
-Impossibile signore, la squadra Puma è stata annientata sei mesi fa. I fucili non avevamo neppure controllato se erano recuperabili.-
-Quindi ambedue gli assassini sono stati effettuati con i proiettili e i fucili di una squadra morta?-
-Sissignore, ma non è questo il problema. Ho scandagliato le riprese del villaggio partendo da una settimana antecedente alla fucilazione; non c'è stato alcun movimento anomalo o contatto con l'esterno.- rispose Weimberg.
-Ma come diavolo è possibile??? Controlla meglio, non possono essersi ammazzati e aver fatto sparire le armi nel nulla! Successivamente alla fucilazione è scappato qualcuno?-
-Nessuno signore, non c'è stato il minimo movimento, neppure con gli infrarossi, sino all'arrivo della nostra squadra.-
-Dio, ma che cazzo vuol dire?- esclamò il Colonnello sprofondando contro lo schienale della poltrona.
-Non è la notizia peggiore, signore. Secondo i calcoli di quanti colpi sono stati sparati, i proiettili dei Puma sono quasi esauriti, ma non c'è traccia dei fucili utilizzati nel villaggio e a Detroit.-



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: