ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 4 agosto 2016
ultima lettura giovedì 22 agosto 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Quanto costa una notte?

di Happiny. Letto 302 volte. Dallo scaffale Pensieri

Stasera mi sento un po' sola, non so dirti perché, ma sento che se dovessi sparire per qualche losco motivo la vita delle persone accanto a me non cambierebbe granché. A proposito di questo, stasera ho visto un film in cui c'è ques...

Stasera mi sento un po' sola, non so dirti perché, ma sento che se dovessi sparire per qualche losco motivo la vita delle persone accanto a me non cambierebbe granché. A proposito di questo, stasera ho visto un film in cui c'è questa ragazza che va a un concerto e da un momento all'altro scompare, nessuno sa che fine abbia fatto, il dipartimento di polizia si movimenta per iniziare le indagini, tutte le persone a lei care rimangono colpite dalla notizia, ma continuano tranquillamente a vivere la loro vita. Mi sembra assurdo pensare che quella che è stata "la solita notte da concerto" per alcuni, allo stesso tempo è stata la notte che quella ragazza si porterà dietro per tutta la vita, una notte che non dimenticherà mai. Analogalmente, mentre io sono qui, stesa sul letto con un computer sulle gambe, c'è chi sta vivendo il momento peggiore della sua vita, o chi, invece, sta facendo l'amore sul sedile posteriore di un'auto, chi è crollato già da parecchie ore per via di una lunga giornata, insomma, una semplice serata è ricca di potenzialità per ogni individuo; questa stessa serata andrà ad influenzare anche il mattino seguente della persona in questione, e così via. Allora mi chiedo, com'è possibile che quando ci ritroviamo avanti a certe notizie sconcertanti, di disastri che hanno cambiato la vita di milioni di persone, rimaniamo quasi impassibili? Siamo stati totalmente desensibilizzati da tutta la spazzatura che ci trasmettono in tv, oppure l'essere umano è, per natura, egoista e quindi non lascia che una notizia al tg gli scombussoli, anche solo per un momento, quella vita perfetta che si illude di essersi creato?Perché l'essere umano tenta di preservare, avidamente, queste effimere "illusioni" di cui si circonda? Abbiamo davvero bisogno di tutti i frizzi e lazzi che colorano la nostra vita, oppure fungono solo solo da abbaglianti che ci rendono ciechi dinanzi al veri problemi che attanagliano l'umanità intera?


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: