ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato lunedì 1 agosto 2016
ultima lettura lunedì 23 novembre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Essere o non essere?

di Happiny. Letto 382 volte. Dallo scaffale Pensieri

Ti è mai capitato di sentirti intrappolato nei tuoi stessi limiti? Ti sei mai sentito barricato in una casa di mattoni che hai costruito con le tue mani e da cui non riesci ad evadere? Hai mai avuto paura di essere una di quelle persone grigie, ...

Ti è mai capitato di sentirti intrappolato nei tuoi stessi limiti? Ti sei mai sentito barricato in una casa di mattoni che hai costruito con le tue mani e da cui non riesci ad evadere? Hai mai avuto paura di essere una di quelle persone grigie, sostanzialmente inutili, ma che, tuttavia, servono a far da sfondo alla vita degli altri? Hai mai pensato di non essere il protagonista neppure della tua stessa vita? A volte mi fermo ad osservare quelle persone che sono realizzate in ogni campo: occupano un gradino alto della piramide sociale, hanno una carriera invidiabile, magari anche una barca e tanti amici da poterla riempire, sono così sicure di loro! O è proprio la sicurezza in se stessi che porta alla realizzazione? é nato prima l'uovo o la gallina? Il mio problema è che sono proprio queste dinamiche così banali a sfuggirmi, le relazioni sociali sono il più grande interrogativo che mi affligge, eppure la vita di tutti noi si basa su queste ultime. Cosa saremmo se non fossimo contestualizzati in una certa società? Il carattere è un elemento ereditario o è la somma di tutte le esperienze vissute in un contesto sociale? Se così fosse, una persona mai integrata in questi schemi sarebbe una nullità, nessuno avrebbe modo di forgiargli il carattere nè tantomeno di etichettarlo; sono, dunque, le etichette a darci una personalità? Io mi definisco una persona timida proprio per il modo in cui mi relaziono con gli altri, e se non avessi modo di farlo? Rimarrei una persona timida? Sarei in grado di vivere fuori dalla società che, spesso, tanto critico?



Commenti

pubblicato il martedì 2 agosto 2016
Thenewbeatgeneration, ha scritto: Vorrei leggere altri scritti.

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: