ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 31 luglio 2016
ultima lettura martedì 29 gennaio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Appunti da Sotterra

di Thenewbeatgeneration. Letto 322 volte. Dallo scaffale Viaggi

APPUNTI DA SOTTERRA Nascosto. Vivi il mondo da un'altra ottica. Partendo dai piedi alla testa. Eppure sopravvivi lo stesso. Forse non respiri, non la stessa aria almeno. La paura ti tiene lontano, ma tu stesso ne puzzi. Una larva accidiosa....

Due cose simili, se pur malfunzionanti, possono creare qualcosa rassomigliante al singolo intero.

APPUNTI DA SOTTERRA

Nascosto. Vivi il mondo da un'altra ottica. Partendo dai piedi alla testa. Eppure sopravvivi lo stesso. Forse non respiri, non la stessa aria almeno. La paura ti tiene lontano, ma tu stesso ne puzzi. Una larva accidiosa, appesa alla crosta terrestre a testa giù tieni gli occhi ben puntati sul mondo.
Ma io ti ho scoperto.
Ho visto le tue stesse covate, crisalidi melmose, mentre spurgavano il loro tuorlo tra i capelli di nostra madre natura. Come pidocchi l'avete infestata. Io stesso ne sono figlio.

GIORNO!
Sapere. Illimitato. Un percorso infinito dove chiunque può sostare dove crede. Questa è la maligna libertà del nostro tempo. Ognuno può scegliere chi essere fermandosi in un punto che lui accetta come prefissato. Teoricamente. I più forti hanno creato idee esemplari, concetti prestampati e rimescolati per creare un succo concentrato. Questo sporco elisir viene chiamato dai più accorti: superficialità'. Fortunatamente è fonte di sostentamento esclusivo di un essere umano comune. Si basano sul numero. Gli Altri avendo scoperto gli altarini, oppure semplicemente per ignoranza, danno origine ad organismi che sussistono grazie ad altri fonti notevolmente meno proficue ma moralmente più solide. Noi gli chiamiamo artisti o rivoluzionari. Ipocrisia della vita rivela come coloro che sono riusciti a porsi dei limiti esistenziali e a valicarli sia entrato nella storia come ostetrica di ideali che avrebbero scosso il futuro. La storia è nata per seguire i modelli che si ripetono dall'inizio dei tempi, solo che quest'ultimi sono maggiormente mutati grazie all'evoluzione delle conoscenze umane.


Non abbiamo scoperto nulla, siamo solo stati insigniti della facoltà di mutare la realtà a nostro piacimento, questo è potere.
Caro Socrate, se solo sapessi come hanno massacrato il tuo cranio. Dapprima ti davano retta sai, credevano alla tua psichè fino all'arrivo di quel macellaio empirista di Locke. Il tuo credo ha risentito della scossa. (S)Fortunatamente (direbbero gli psicologi), la chiesa intervenne in tuo onore. Un'altra tipica scusa di quella meschina, non poteva permettere che i suoi fedeli, il suo popolo, i suoi sudditi credessero a una baggianata che screditava l'esistenza dell'anima al di fuori del corpo. Caso vuole che nessuna idea rimane immutabile in questo gorgo mortale. Nel 900 nacquero i primi chirurghi cerebrali e come oggetto di studio si prefissarono appunto la psiche'. La osservarono, la sezionarono, la testarono ed elaborarono tesi che permisero il calcolo di ogni nostro pensiero, movimento conscio ed inconscio.
Rimpicciolirono il tuo vanaglorioso sogno metafisico in una macchina vomita impulsi.
Un meccanismo. Un essere premeditabile (?).


L'hanno chiamato inconscio perché' ancora privati della capacità di rispondere a determinati quesiti psichici. Conosceranno il suo nascondiglio, da quale vischiosa meninge ha luogo. Come primati raccoglieranno l'artefatto teorizzato come cosmologica chiave, per poi portarlo nei loro laboratori. Facendoci credere che sia un esperimento per idolatrare l'uomo nel suo stato completo, diverranno padroni anche di ciò che vogliamo ma non lo sappiamo ancora
Altri padroni altri schiavi
Visione consumistica della vita.
L'Età Superficiale.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: