ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 26 luglio 2016
ultima lettura giovedì 29 ottobre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Pensieri di un ragazzo di 24 anni sul tempo che passa.

di Andrert. Letto 496 volte. Dallo scaffale Pensieri

Apri Facebook come ogni giorno e, come ogni giorno, cominci a scorrere la home con fare apatico e annoiato (capitemi, mi sono svegliato da poco). Vedi alcune foto dei tuoi "amici" (ma poi perché secondo Facebook semu tutti amici con un.....

Apri Facebook come ogni giorno e, come ogni giorno, cominci a scorrere la home con fare apatico e annoiato (capitemi, mi sono svegliato da poco). Vedi alcune foto dei tuoi "amici" (ma poi perché secondo Facebook semu tutti amici con un semplice click?) e cominci a notare smagliature nei corpi delle ragazze a mare, leggere zampe di galline vicino gli occhi nelle foto dei ragazzi, rughe sul volto di amici, volti maturi. Poi vedi alcune foto e pensi che il contatto che si è appena fatto il selfie e l'ha postato comincia ad assomigliare alla classica professoressa isterica e pazza che tanto odiavi a scuola.
E infine c'è il colpo di grazia. Facebook decide di farti vedere uno dei tuoi "ricordi" e ti suggerisce di postarlo. Ecco: lì arriva la scoperta e la definitiva presa di coscienza. Perché lì ti rivedi assieme ad altri amici di tanti anni fa. Quando i capelli erano tanti, le rughe inesistenti, i professori isterici e pazzi erano a scuola e non erano nostri amici che postavano foto su Face, e noi avevamo un tipo di faccia e gli adulti, quelli grandi, un'altra.
Sì, ragazzi: stiamo invecchiando.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: