ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 19 luglio 2016
ultima lettura sabato 12 gennaio 2019

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

Violence - una vita ossessionata dalla violenza

di Satanasso. Letto 712 volte. Dallo scaffale Pulp

È vero che non tutti gli umani sono dei veri e propri orridi carnefici; certo; anche è vero, però, che qualora potessero sti uman...

È vero che non tutti gli umani sono dei veri e propri orridi carnefici; certo; anche è vero, però, che qualora potessero sti umani, nella loro totalità o quasi; farebbero qualunque cosa; dalla tortura alla strage, passando per qualunque altra bassezza che la mente malata di un umano può suggerire.
Viviamo in uno "stato di diritto", certo, però i diritti sono garantiti solo per qualcuno ... a qualcun altro i diritti, anche i più elementari, invece, sono violati dal mattino alla sera tutti i giorni della settimana ...
Queste leggi, tra le altre cose, come il reato di omicidio o cose del genere, sono state scritte tempi addietro e, guardacaso, mai da una mano solitaria, vuoi che vuoi ma qualcuno doveva sempre garantire che un altro non scrivesse leggi contro "il diritto" appunto ... e oh ... non è mica nemmeno bastato ...
Beh, detto ciò, aggingerei che oggi siamo nel 2.016, diciamo che le mattanze sono più rare che in passato, magari passato remoto, c'è stato l'Illuminismo, d'altronde ... più che altro al giorno d'oggi se ammazzi qualcuno ti beccano in 5 minuti, 5 minutini 5; poi magari c'è il politico di turno che chiama il servizio segreto e ti fa arrivare l'agente Latte, Caffè Latte 008 che ti fa secco in 5 minuti, 5 minutini 5.
... c'è stato un periodo in cui ero diverso da ora; cercavo di non pensare al male altrui, mai, perché ero convinto di poterlo realizzare al solo pensiero ... ora ho capito che non sono poi così potente, o forse la NATO ha capito come fare per rendermi inoffensivo ...
... dopotutto è probabile che io sia un esperimento nato in laboratorio, parecchi anni fa pergiunta ...
Ah, sì, poi ci sono quei "bellissimi" microchip di cui parla Adam Kadmon ... anche quelli fanno il loro lavoro mi sa ...
Detto ciò, ritengo di non essere poi così immacolato come vorrebbero fossi quelli dei media (ad esempio loro), che passano le loro vite in interezza a boicottare i miei doveri, il mio sapere, le mie capacità occulte e tutto il resto; quando non mi fanno di peggio ...
... lì per lì pensavo fossero tutti dei massoni, deviati e balordi ... ora ho il dubbio sul fatto che siano massoni, però non credo di avere dubbi sul fatto che siano deviati e balordi.
La Legge; la Legge funziona solo per qualcuno, e non è uguale per tutti; è bene che sia scritto chiaro da qualche parte in Rete, ora che ci penso questo testo lo devo salvare da qualche parte, in caso il sito qui in questione un giorno smetta di esistere ...
Ci sono cose che fanno male, fanno davvero male, e sono molte, e fanno male in molti modi diversi.
Ci sono cose che fanno male alla mente, o ai sentimenti.
Altre, che fanno male alla salute in senso più stretto, anche molto male e anche in senso molto più stretto.
Gli umani, del resto, hanno creato in laboratorio qualunque tipo di schifosissima malattia esistente, direi nella loro quasi totalità ... sì, probabilmente senza gli umani che fanno schifo e insozzano il pianeta l'unica malattia esistente sarebbe il raffreddore, o la febbre ...
Ecco questo è l'umanità: crediamo di vivere per l'amore, la bellezza, il sesso, il piacere, invece c'è sempre qualcuno che dedica la sua vita al creare malattie, o al muovere guerre, o all'ammazzare altri esseri viventi in un modo o nell'altro.
Da che mondo è mondo l'umanità s'è fatta strada con la violenza più di quanto non facciano sciacalli, squali, tigri, iene o coccodrilli ...
... qualcuno ha utilizzato la violenza dicendo che era per "fini personali", altri dicendo che era "a fin di bene", altri ancora naturalizzando la follia e sostenendo che era "sadismo", e altri ancora quant'altro.
Alla fine, però, presumo che fino "a" Gesù Cristo sia stato in un qualche modo un pazzo assassino sanguinario.
Che dire, chi se ne frega, la violenza ossessiona anche me, ultimamente. Il fatto è che sto poco bene, forse addirittura malissimo, e questo stare male mi fa venire voglia di vendetta, e non solo, ma anche di distruzione, difatti invoco Belial spesso.
Sì, un'ecatombe al giorno mi farebbe sorridere, se dovesse essere il mio turno semplicemnte spererei che il momento sia rapido e meno doloroso possibile, tutto qui.
Quando muore qualcuno e ne parlano in TV un po' mi viene da ridere, non solo perché qualcuno ci ha lasciato le penne (e oh: per me se un umano muore è una festa, ormai, a prescindere da che faceva in vita, se era una "bella persona" o meno), ma anche per le modalità in cui vengono compiuti questi fottutissimi omicidi, grotteschi, ogni volta grotteschi.
Qualche perbenista dirà che non si deve fare, ma in realtà intendono sempre e solo che non si deve - dire pubblicamente - (sempre per la questione che siamo "civili"), dentro di loro: fotte sega, sono stra-convinto.
Comunque immaginare la violenza non mi basta più, e il fatto di ridacchiare quando qualcuno crepa è anche perché così sfogo un po' la sete di sangue.
C'è di buono che fra criminali non ci si denuncia, difatti qualche schizzo di rissa l'ho fatta, anche a rischiare di farsi male, chiaro il "demone" del carcere ha sempre placato gli animi di entrambe in un modo o nell'altro.
Però ho ancora voglia di uccidere.
Poi sarà anche vero che tra criminali non ci si denuncia, ma più che altro è un discorso valido fra mafiosi, c'è anche gente abbastanza "infame" (che in gergo vuole dire semplicemente: uno che ci mette di mezzo gli sbirri).
Presumo che il mio primo omicidio occulto risalga a quando avevo 10/11 anni, non è che io debba farlo per un qualche motivio iniziatico, è che di tanto in tanto salta fuori qualcuno a cui farei saltare la testa più che volentieri, talvolta in modo ossessionante, parlo di ore ed ore, talvolta persino giorni e giorni o mesi e mesi o anche anni ed anni a pensare ad uccidere qualcuno, a cercare riti e mezzi occulti per poterlo fare: ammazzare.
Questo è il punto: quando c'è qualcosa di personale, forse forse, talvolta, vale la pena di ammazzare.
Non sto dicendo che dovremmo diventare tutti giustizieri del vicino di casa che ha avuto un torto ... no; intendo che io voglio essere il vendicatore di me stesso.
Pro se quisque (ma magari il traduttore ha tradotto male ...) :)


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: