ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 9 luglio 2016
ultima lettura martedì 27 ottobre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Lettera alla filosofia

di Leonardo97. Letto 423 volte. Dallo scaffale Pensieri

Non è un segreto che l’avvicinarmi alla filosofia mi abbia cambiato la vita. L’unica cosa che posso chiedergli di più è che continui a farlo per molto tempo ancora, perché se c’è una cosa che ho impa...

Non è un segreto che l’avvicinarmi alla filosofia mi abbia cambiato la vita. L’unica cosa che posso chiedergli di più è che continui a farlo per molto tempo ancora, perché se c’è una cosa che ho imparato è che il vero scopo della filosofia non è raggiungere la verità, dove c’è una certezza non può mai esistere la filosofia, ma quindi cercarla e cercarla come se si potesse davvero cogliere, senza mai però arrendersi ad un’unica risposta. La filosofia è stata una scoperta sensazionale per me e dico scoperta perché il mio giudizio riguardo a questa disciplina era piuttosto negativo inizialmente. Ho capito che le persone tendono ad avere una visione piuttosto distorta della filosofia per il semplice motivo che non riescono a cogliere, dietro agli astrusi sofismi di molti filosofi, l’enorme amore che essi nutrono per la conoscenza. Io amo conoscere, non smetterei mai di leggere da libri e di documentarmi, ma come gli stessi filosofi ci insegnano, conoscere non è solo informarsi, conoscere è usare la testa, unire, scomporre, ragionare per formulare un pensiero nostro, un pensiero unico nel suo genere di cui possiamo dire: “Sì, è mio! L’ho pensato io e sono fiero di averlo compreso da me!”. La filosofia è tutto e niente, è utile e inutile, dipende da come una persona decide di servirsene, per questo ci sono persone che la possono odiare come amare. Il disprezzo nei confronti di questa disciplina è cosa facile perché la filosofia non è come la matematica, le scienze, la geometria; la filosofia riguarda direttamente le nostre vite. Se non vogliamo metterci in discussione, se non vogliamo rinunciare alle nostre certezze, beh risulta facile scadere nell’odio per una materia che per prima cosa ti insegna a rinunciare ad ogni pretesa di giungere ad una verità. La filosofia è instabilità; scordiamoci la precisione e la perfezione della matematica, con essa non ha nulla a che vedere. Per questo io ritengo che la filosofia sia di gran lunga la materia più difficile da affrontare, perché noi uomini non siamo abituati a sostenere le opprimenti problematiche che derivano dallo studia della filosofia. Nel momento in cui troviamo una soluzione più o meno soddisfacente ad un quesito, tendiamo ad ancorarvici per non lasciarla più andare, per non sentirsi più nudi di fronte a tutti. E questo interessa più o meno tutti quanti noi, così come i più grandi filosofi; la filosofia non può accettare l’ancorarsi ad un’idea, ed è per questo che, secondo me, si è filosofi fin quando accettiamo dentro di noi che la propria visione del mondo possa essere sbagliata e cerchiamo con tutte le nostre forze di abbatterla, per costruirne una nuova. Hegel, Platone, Schopenhauer e molti altri, sono stati filosofi probabilmente solo fin quando non hanno idealizzato le loro scoperte, fin quando non le hanno tramutate in certezze. e io a questo non voglio giungere. Non metto in dubbio che magari questo sia impossibile, ma con tutte le difficoltà cercherò di mantenere viva la filosofia in me, modellandola nel tempo insieme al mio pensiero.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: