ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 5 luglio 2016
ultima lettura martedì 10 dicembre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Qualcosa di inaspettato I

di Vulpecula. Letto 367 volte. Dallo scaffale Fantasia

Questo è il mio primo lavoro. Vi sarei grata se voleste leggerlo e farmi sapere il vostro parere. La storia prevede diversi capitoli, godetevi il primo!......

Capitolo 1. Risveglio

La prima cosa che udii, quando ripresi conoscenza dal torpore che mi aveva intrappolata probabilmente per ore, fu il verso di un animale. Non saprei spiegare quale animale fosse, sicuramente un volatile, con ogni probabilità non troppo lontano da me, forse uno stormo di volatili, dato che più rumori si fondevano tra loro a formarne solo uno.
Sentivo addosso una grande stanchezza, una probabile emicrania si stava facendo avanti nella mia testa e non avevo la benché minima idea di dove mi trovassi né tantomeno del perché.
Questi versi sempre più forti stavano iniziando a darmi troppo fastidio perché potessi continuare a rimanere accucciata alla parete di roccia in cui mi trovavo. Decisi perciò di schiudere le mie palpebre e, dopo essermi strofinata come potevo gli occhi ancora assonnati, osservai il luogo che mi circondava con puro stupore. Non vidi molto, il luogo era buio, l'unica luce proveniva dall'entrata, sembrava una grotta. Non ricordavo nulla di ciò che mi fosse capitato e pensai che forse avrei potuto trovare risposta alla mia assenza di ricordi, se fossi andata verso la luce, l'unico spiraglio verso l'esterno. Feci appello a tutte le mie forze per alzarmi in piedi, avevo la gola secca e il mal di testa che incalzava, ma la curiosità e il senso di sopravvivenza erano più forti, almeno per il momento.
Ringraziai il cielo di avere ai piedi le mie sneakers nere perché questa grotta era formata di roccia e per terra c'erano ciottoli e pietre aguzze ovunque. Solo allora, mentre mi spostavo con passo più lento di quanto la mia curiosità avrebbe imposto, mi resi conto che le mie braccia erano piene di graffi. Non sentivo particolarmente male mentre passavo i polpastrelli sulle ferite, così decisi di andare avanti. Me ne sarei occupata in un secondo momento, nulla di urgente, pensai. Una cosa la percepivo però, le mani con cui mi aiutavo a reggermi alla parete sconnessa erano fortemente intorpidite ed erano bagnate a causa dell'umidità proveniente dai muschi che albergavano tra le rocce.
Finalmente, dopo qualche minuto, raggiunsi la luce. Dovetti chiudere gli occhi e strofinarli ancora un po', perché la luce era troppo forte e non ero minimamente pronta ad accoglierla.
Nel momento stesso in cui li aprii rimasi a bocca aperta, davanti a me si estendeva un mare d'acqua, forse addirittura un oceano, dato che la fine non si sarebbe vista nemmeno con un binocolo, non che avessi la possibilità di verificarlo, certo.
Il mio primo pensiero fu "che diavolo ci faccio qua?"
Quello che seguii a ruota il precedente fu "ottimo. come faccio ad andarmene?"
Non mi sarei mai aspettata che il secondo quesito fosse di ben più difficile risposta rispetto al primo.


Commenti

pubblicato il mercoledì 6 luglio 2016
Micaelafoti, ha scritto: Penso che la storia sia molto avvincente, continua così!
pubblicato il mercoledì 6 luglio 2016
Vulpecula, ha scritto: Grazie! Davvero molto gentile! :)
pubblicato il mercoledì 6 luglio 2016
Perladargento, ha scritto: Devo dire che giá da quest'inizio, la storia si preannuncia intrigante. Fino ad ora solo domande. ora credo che dovremo darci anche delle risposte. Completeró il commento dopo aver letto il secondo capitolo. Già d'adesso però posso dirti che mi piace molto come scrivi.
pubblicato il mercoledì 6 luglio 2016
Vulpecula, ha scritto: Ti ringrazio! Le risposte non si faranno aspettare troppo..il secondo capitolo è già uscito!!
pubblicato il giovedì 7 luglio 2016
Sguardoasud, ha scritto: Molto bella, brava...ho letto tutto d'un fiato ..
pubblicato il giovedì 7 luglio 2016
Vulpecula, ha scritto: Grazie, molto gentile!!

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: