ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 19 giugno 2016
ultima lettura venerdì 2 agosto 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

L'Estate Della Prima Superiore

di jade14. Letto 379 volte. Dallo scaffale Storia

Ultimo capitolo del mio primo "libro". Spero sia piaciuto. Le critiche e i commenti sono sempre accetti. Buona lettura.

CAPITOLO 11

L'estate. Una delle più belle stagioni secondo me. Tutti sono più felici, più rilassati e lasciano da parte i problemi mettendo al primo posto il divertimento. Le persone partono per la montagna o il mare o addirittura per la campagna (come faccio io andando per una settimana da mia zia che ha una bellissima casa in mezzo ai campi). Un po' meno mi piace la montagna invece il mare lo adoro. Ogni anno andiamo nello stesso hotel così incontriamo i nostri vecchi amici, mi diverto sempre un sacco. Alla mattina si va in spiaggia, poi si mangia a pranzo in albergo e poi si ritorna facendo tantissimi giochi e il bagno. Trascorro così dieci giorni felici dimenticando tutto e tutti. Ovviamente non dico che non ci siano litigi nel frattempo, ma pesano sempre meno. Oggi devo preparare la valigia perchè partiamo nell'ora di pranzo. Quando mi sveglio sono super emozionata e mi alzo scattante dal letto anche se ho ancora un po' di sonno. Dopo aver fatto una colazione non abbondante, torno nella mia camera per preparare tutto l'occorrente. Ogni tanto rispondo a qualche messaggio di amici che mi chiedono se dopo le vacanze ci possiamo vedere e mi augurano di passare bene questi giorni. Ovvio mi mancheranno sia loro che tutte le cose, molte volte pazze, che faccio con loro. Quando torno dal mare orami manca poco che inizi la scuola così questi pochi giorni che mi restano li voglio vivere bene e fino all'ultimo secondo. Sono state delle vacanze impegnative, forse alcune volte noiose ma alla fine volano come sempre. Ogni maglietta che tiro fuori dall'armadio mi fa tornare in mente tanti ricordi diversi che uno ad uno infilo nella valigia. Ho fatto moltissime cose e anche se sono meno dell'anno scorso mi sono comunque rilassata e sono felice di averle passate in questo modo. I compiti non li ho ancora finiti così devo portare anche quelli, per non dimenticarmi che c'è anche la scuola da pensare (anche se ne farei proprio a meno). Quando ritorno dalle vacanze dal mare voglio dare un grande saluto a tutte quelle persone che mi hanno accompagnato in questi mesi, che mi hanno sopportato e che mi hanno fatto divertire. Voglio anche fare un'ultima uscita in piscina per tuffarmi nuovamente dal trampolino di tre metri e magari conoscere qualcun'altro.

<<Noemi muoviti che è tardi. Dobbiamo andare>>

Già era mia mamma che mi avverte di scendere..e di muovermi. Metto nella valigia le ultime cose e anche qualche oggetto che mi sta molto a cuore.

<<Si, arrivo.>>

Anche se non è un addio avrò nostalgia di tutto questo: delle uscite, degli amici e di tutti i giorni passati a fare moltissime cose divertenti.

Chiudo la porta della macchina e guardo un'ultima volta casa mia. Ora penso solo a partire per il mare. Non vedo l'ora di incontrare le mie vecchie amiche, fare conoscenze, divertirmi ee... beh questa è un'altra storia.



Commenti

pubblicato il domenica 19 giugno 2016
Reinerart, ha scritto: Chiudi il capitolo in modo stupendo con l epilogo Di movimenti d estate che hanno portato luce e splendore. Si chiude un momento narrato con grande impatto visivo In in una rincorsa futura di vita ed esperienza. Bravissima
pubblicato il martedì 21 giugno 2016
jade14, ha scritto: grazie mi fa molto piacere ricevere i tuoi commenti

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: