ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 17 giugno 2016
ultima lettura sabato 16 febbraio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

LA SGNORA DEL TRENO

di scribellulalaura. Letto 331 volte. Dallo scaffale Viaggi

Non ricordo il tuo nome pacata signora milanese. Occhiali grandi, a incorniciare il mondo e le persone. Voce sommessa, pensiero armonioso e lieve. Insieme viaggiavamo verso un nord estivo, i miei vent'anni accesero i tuoi ricordi. Storie di casa, di un...

Non ricordo il tuo nome pacata signora milanese. Occhiali grandi, a incorniciare il mondo e le persone. Voce sommessa, pensiero armonioso e lieve. Insieme viaggiavamo verso un nord estivo, i miei vent'anni accesero i tuoi ricordi. Storie di casa, di un marito perduto troppo presto. Emergevano spontanei senza freni. Eri felice di raccontare. Di ricordare cose che ti sembravano smarrite. Io ricambiavo senza accorgermi di possedere già un archivio del cuore. Fosti tu a farmelo notare. Così giovane e così tante memorie! Così capace di ascoltare! Ho conservato tutti i tuoi pensieri, i più delicati particolari: gli ultimi momenti trascorsi col tuo compagno. Le tue lenti grandi appannate in quella parentesi di silenzio. Il sollievo e la gratitudine per aver condiviso il tuo fardello come non eri mai riuscita a fare prima. Il saluto da sorella e non da sconosciuta quando la tua stazione d'arrivo divise le nostre strade. Vorrei poterti rincontrare davanti alla calda abitudine di un caffè e raccontarti di quante altre signore da allora si sono fermate accanto a me, e hanno appeso accanto al mio nome e al tuo, seppure dimenticato, l'espressione utile e preziosa.


Commenti

pubblicato il mercoledì 7 settembre 2016
Hiroshi84, ha scritto: Mi piacciono molto le storie ambientate sui treni...è questa non fa eccezione. Nella sua brevità mi ha colpito. Me lo sento molto personale e anch'io ho avuto la fortuna di incontrare gente sui treni che coma la protagonista mi hanno lasciato dentro chi qualcosa e chi molto. Il brevissimo racconto è intenso e con delle lodevoli venature poetiche che lo rendono un componimento emozionante e pienamente riuscito.

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: