ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 15 giugno 2016
ultima lettura mercoledì 2 ottobre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

L'IMPERMEABILE 2

di pensieripersempre. Letto 385 volte. Dallo scaffale Storia

.........Gli alleati hanno occupato gran parte dell'Italia Meridionale e stanno procedendo verso la seconda linea difensiva dei Tedeschi, l'inespugnab...

.........Gli alleati hanno occupato gran parte dell'Italia Meridionale e stanno procedendo verso la seconda linea difensiva dei Tedeschi, l'inespugnabile " Linea Gotica", per liberare l'Emilia Romagna. La grande guerra, dunque, volge al termine.

Si riaprono i mercatini rionali, sulle cui bancarelle sono esposte svariate cose, rimaste indenni dai bombardamenti e dallo sciacallaggio.

Vengono ripristinati i bar con sedie e tavolini all'aperto, per ridare possibilità di incontro con i clienti ai procacciatori di affari, sorseggiando un caffè ancora surrogato, in attesa che arrivi quello "vero".

Le scuole riprendono a funzionare senza interruzioni; i genitori non sono più all'erta per correre a prelevare i propri figli al suono delle sirene.

È mattina e il mio sguardo sta vagando oltre la finestra dell'aula per fermarsi sul giardino della scuola dove i più piccoli, beati loro, giocano spensierati.

Io, invece, non sono spensierata per niente e non ho pace dopo aver letto il due in Latino. A che stavo pensando durante la traduzione per meritare un voto così basso? Non è un mistero che la materia non mi piaccia, ma fino ad ora i miei fogli non sono mai stati tanto colorati di rosso e blu.

All'improvviso, un boato, che sembra squarciare la terra e i miei orecchi, , mi fa sobbalzare mentre la parete che divide la mia aula da quella adiacente crolla, schizzano dappertutto proiettili di tufo e calcinacci.

Nel porto di Bari, situato alle spalle dell'Istituto Giuseppina Boreale Angeli, la nave americana Henderson, carica di esplosivi è saltata in aria, forse a seguito di un attentato.

Colpita al capo di striscio, rimango frastornata, ancora col foglio del brutto voto in mano, mentre il mio sguardo si perde in uno scenario di morte.

Le ragazze cercano salvezza correndo per le scale; ruzzolandovi; pestandosi tra di loro; urlando terrorizzate.

C'è sangue sui gradini, sul corrimano, sul muro. Quando vedo una compagna gettarsi nel vuoto perdo conoscenza. Mi sveglio tra le braccia di mio padre, avvolta nel suo impermeabile. Alla notizia dello scoppio, aveva inforcato la bicicletta e percorso la strada correndo come un pazzo per venirmi a prendere.

Il tempo, si sa, guarisce traumi e ferite eppure, ancora oggi, i boati dei tuoni, gli scoppi dei fuochi d'artificio, il rombo di un aereo, l'allarme di una sirena mi procurano un incontrollabile disagio, che si attenua al ricordo dell'impermeabile di mio padre....



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: