ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 10 giugno 2016
ultima lettura domenica 10 novembre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

La parabola del metodo inventato

di berangher. Letto 350 volte. Dallo scaffale Fantasia

Un giorno Fratello Berias fu svegliato dal suono del campanaccio del convento dove s'era ritirato per i suoi studi,da un servo della gleba inviato dal Priore dell'abbazia dei Monaci Santi.La missiva blaterava di un metodo che a dire del priore,su sugg

La Parabola del Metodo inventato

Un giorno Fratello Berias fu svegliato dal suono del campanaccio del convento
dove s'era ritirato per i suoi studi,da un servo della gleba inviato dal Priore
dell'abbazia dei Monaci Santi.La missiva blaterava di un metodo che a dire del priore,su suggerimento di 2 animelle
santarelle,era stato usato da Fratello Berias per accusare un venditore di fumo
e il suo codazzo,che da tempo abbindolava il priore con promesse di relique sante
che avrebbero dato lavoro a tutti i poveri del contado,in particolare
una,ovvero la tibia di un cane santo deceduto nell'assedio di Pratulum da parte
di Saladino di Nola. In realtà erano
anni che il venditore di fumo,conosciuto pure come l'ape regina,con mansioni da
fuco dei comitati solidali mediterranei,stravendeva chiacchiere, senza realizzare
che il nulla,incassando ducati dai baroni locali,che lo usavano come chiavetta
per blandire la gleba, con sogni di fumo e tenerla lontano dalle piazze,
mentre loro facevano passarella nei circus iteneranti dei
capocomici che scrivevano balle per i Palazzi del Potere!

Ma erano tempi
di carestia e il rè aveva chiuso i forzieri, e di conseguenza i baroni le
borse,così i venditori di fumo
affogavano nel loro stesso chiacchiericcio,e
non avendo più farina da dare alla gleba s'erano convertiti a Dio,mentre ai convivi solidali,continuavano ad essere
dei farisei incalliti,diventando
sempre più cattivi ed avidi,insomma dei predoni solidali. Mentre Robin Hood rubava ai ricchi per dare ai
poveri,i venditori di fumo rubavano ai
poveri
per dare a loro stessi,come l'inchiesta dello Sceriffo di Roma aveva
dimostrato con Mafia Capitale.

Ora il rè, non per sete di
giustizia,ma perchè la carestia e le guerre gli avevano svuotato i forzieri,e
gli anni delle vacche grasse erano solo un ricordo,aveva lanciato la campagna”Fuori il Malloppo”e ordinato ai suoi
finanzieri di “vedere”i conti dei baroni
e dei loro consulenti ed dei mercanti con cui facevano affari.
In
contemporanea,la Chiesa aveva un
nuovo Papa,un gesuita venuto dall'Argentina,Francesco I che stava formattando tutto il clero,spalando nuove
strade per Cristo,per ritornare alla
parola originale del Signore!

Allora Fratello Berias
dopo avere letto la missiva,sorrise amaro e prendendo una pergamena,che usava
solo nelle occasioni solenni,scrisse al Priore dei monaci Santi: Caro
Amico
,e proprio perchè ti sono amico,voglio ricordarti che il metodo che mi
attribuiscono i 2 paria sono il metodo che voi usate,e che tu hai fatto
usare,avendo 2 travi negli occhi,perchè tu sei persona degna e timorata di
Dio,e non ti accorgi del chiacchiericcio che sale attorno alla tua persona,
proprio perchè ai convivi solidali sociali ti sei,ed continui ad accompagnarti
ai venditori di fumo ed al loro codazzo. Cerca i tuoi nemici là tra di loro,oppure tra chi vuole diventare priore al tuo posto, e caccia i
mercanti dal Tempio,prima che la tempesta ti travolga!Voglio solo ricordarti
che a suo tempo l'ape regina,si inventò uno scritto, laddòve si accusava 2
fratelli di non avere dato da mangiare ad un contadino stanco,smentito dallo
stesso agricolo,e per il quale non ha mai chiesto scusa!I dettagli sono
importanti caro priore,perchè definiscono un'anima
ed i suoi vizi!
E ti ricordo pure delle accuse dei suoi paria ad un Fratello
Gesuita di avere rubato un quintale
di miele,accuse risultate poi infondate,e per le quali tu stesso non hai preso
provvedimenti.Se è vero che il Signore ci racconta del figlio prodigo che tornò dal padre e fu perdonato,tu non sei il
Signore, e s'è giusto seguire i suoi insegnamenti,allora ti ricordo La parabola del fattore infedele.Il
Santo Padre ha detto che il chiacchiericcio
è l'ipocrisia
sono la lingua del Diavolo,e il rè ci ha ricordato che la diffamazione e la calunniasono reati e che per questo c'è l'Inquisizione.Pace e bene Eccellenza con
reverenza Fratello Berias

originale in Latino della pergamena

Scripsit Priori et monachis sanctis «Excellentiae et eo ipso ego amicum volo te admonebo methodum in duas Pariahs sunt methodo uti et tu usus ex II trabes in oculo, quia Sex dignum et timens Deum, et animae tuae, et homo circumferens garrulitas nescis quia tu es habitare in societate coniunxisset, sicque ut accipiat te sibi in comitatu anguis oleum et institoribus. Quaero inimici inter se aut inter eos qui volunt divites fieri ante sedem, aurigabat numulariorum de templo coram tempestate opprimit! EGO iustus volo ut admoneri debeas tunc regina apis excogitavit scriptis ubi duos reos non gramina pastus agricolis defessi inficiari eadem firma et defendit quod nunquam Details magnis cara prius definit animam suam propter vitia Et memini pariah his criminibus ad fratrem Jesuita ton abstulerant mellis et probata crimina falsa, cujus tu scis quod ne asellum quidem provvedimenti.Se Dominus dicit de filio prodigo, qui reversus dimissus est a patre, non Domino placuit doctrinam sequi, tunc recordati parabolam vilicum iniquitatis.

Beatissimus Pater quod est hypocrisis garrula lingua diaboli sunt, et reges in infamiam commemoraverit et iniquitates libel unde est bonum et sancte frater Inquisizione.Pace Excellentia Berias "




Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: