ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 19 maggio 2016
ultima lettura venerdì 29 maggio 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Cenerentola è una puttana

di Adri93. Letto 488 volte. Dallo scaffale Amore

LSono le 2.30 del mattino e domani la sveglia suona alle 6.00.Tutto questo non mi agita. Questa è la mia materia preferita, cospirare contro un tipo di vita che prima o poi ti sotterra, senza aver soddisfatto l'anima.La gente, mio padre, il post...

LSono le 2.30 del mattino e domani la sveglia suona alle 6.00.
Tutto questo non mi agita. Questa è la mia materia preferita, cospirare contro un tipo di vita che prima o poi ti sotterra, senza aver soddisfatto l'anima.
La gente, mio padre, il postino, tutti loro sono intrappolati.
I loro occhi parlano chiaro. Sono affamati, la crisi. Senza un quattrino, messi in ginocchio dal Dio denaro.
Sono le 2.30 del mattino e c'è qualcosa che mi spinge ad andare avanti in mezzo a tutto questo caos che è la vita.
Ho scelto la mia vita. Occhi rossi prima di andare a letto.
Semaforo rosso, mi fermo. Una giovane donna mi sorride mentre attraversa e non c'è niente di più suggestivo.
Sono le 2.30 del mattino e tanto vale prolungare fino alle 4:00, la strada è buia sotto casa. Il mare è agitato.
Alla radio passano rocket man e l'atmosfera si fa triste, pensando a lei che prima viveva di me ed ora è il turno di un altro patetico stronzo.
Sono le 2:30 del mattino e questi occhi hanno un serio bisogno di diventare più rossi.
Perché pensare troppo ti uccide. Lascio le critiche scivolare lungo i marciapiedi di questa città.
Sogno la California,
Sogno una via d'uscita.
Già, faccio lo scrittore e nessuno lo sa, non capirebbero.
Sono le 2:30 del mattino e la vita non è mai stata così stupefacente. Certi tipi mi riempono dentro, Kerouac, Bukowski, Fante. Sono dei ragazzi molto speciali . Non mi annoiano. E certe sere quando resto a casa e l'orologio segna le 2:30 mi basta aprire un libro per capire di non essere solo.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: