ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 23 aprile 2016
ultima lettura domenica 10 febbraio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Miraggi

di CuorDiPolvere. Letto 410 volte. Dallo scaffale Fiabe

Aveva creato il mare tracciando una riga azzurra, perché era un potente mago e custodiva i segreti dell'Intelligenza.

Aveva creato il mare tracciando una riga azzurra, perché era un potente mago e custodiva i segreti dell'Intelligenza. Diede la vita ai pesci e colorò i piumaggi degli uccelli, dopo che costruì il cielo e diede fuoco al sole.

C'erano sulla terra, in acqua e per aria creature di tutte le immaginazioni celesti, e riempivano il mondo di colori e riflessi.
Le sabbie delle spiagge erano granelli d'oro piovuti dal cielo una notte d'estate. Si erano sottratte le ossa ai Titani per costruire le montagne, e dalle viscere torbide della terra annusavano le cieche creature di ogni abisso.
Sopra era luce e sotto buio e nelle rotazioni dei secoli ogni cosa s'invertiva, e portava equilibrio.

In lontananza vibrava il miraggio di un'antica città trasparente; si riuscivano a distinguere torri e bastioni, case di sabbia ammucchiate sulle colline piene d'erba, là dove il sole batte assai più forte e i venti sono taciturni. Ma era trasparente, forse viva forse morta, e rimase un mistero custodito dalle bestie, giacché mai la vita umana era apparsa sulla terra.

Poi il mago smise di disegnare. S'accorse di voler fare altro, che un altro scirocco lo spingeva, e si allontanò. Più tardi si scoprì a disagio: aveva lasciato il suo piccolo pastello azzurro su un'isola deserta, e deliziato partì per riprenderselo.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: